Ernia iatale: i sintomi, le cause e le cure

L'ernia iatale è un disturbo che si presenta quando una parte dello stomaco si sposta dalla cavità addominale a quella toracica scivolando attraverso un’apertura del diaframma. Non è una patologia grave: i sintomi per diagnosticarla sono molto simili a quelli di un normale reflusso gastroesofageo, perché si presentano con un forte bruciore di stomaco dovuto al passaggio inverso dei succhi gastrici necessari alla digestione, e in più dolori addominali, rigurgiti acidi, diarrea o stipsi, vomito e alitosi.Le cause dell'ernia iatale sono da ricercare nell'allargamento dello iato, ovvero l’apertura nel diaframma, che si indebolisce e perde tensione, spesso per cause ereditarie o per obesità e forti sforzi fisici. In questo modo si origina un'ernia: una parte dello stomaco fuoriesce e scivola verso la cavità toracica, causando sintomi come bruciore di stomaco, dolori addominali, rigurgiti acidi, diarrea o stipsi, vomito e alitosi.

Le cure per l'ernia iatale consistono in un cambiamento dello stile di vita e del modo di alimentarsi: bisogna seguire un regime di cibi leggeri, masticare a lungo e suddividere i pasti in piccoli spuntini, in modo da non sovraffaticare la digestione. Il pasto serale dovrebbe essere effettuato almeno un paio di ore prima di andare a letto, perché la situazione di reflusso potrebbe peggiorare stando in posizione coricata. Inoltre è possibile intervenire con blande dosi di farmaci che aiutino la digestione e aiutino a ridurre la secrezione acida dello stomaco.

L'intervento chirurgico è consigliato e necessario soltanto nei casi più gravi, incurabili con i farmaci, o se ci fossero altre patologie collegate in corso.

Via | Farmacoecura

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail