I sintomi dell'ernia del disco, le cure e gli esercizi indicati

Può capitare a tutti di dover sollevare un carico pesante e sentire un piccolo strappo alla schiena: normalmente può essere il semplice sforzo, ma qualche volta, specialmente oltre i 45 anni di età, potrebbe essere il preludio all'insorgenza di una ernia del disco, una patologia che colpisce i dischi vertebrali della zona lombare. L'ernia del disco si manifesta quando la parte interna e molle dei dischi di cartilagine della spina dorsale preme sulla parte esterna dura, fuoriuscendo a causa di una lesione, e provoca l’irritazione del nervo.I sintomi principali e più comuni dell'ernia del disco si manifestano con dolore diffuso alla zona lombare, accompagnato da un senso di intorpidimento e debolezza alla schiena. Spesso può presentarsi anche con un'infiammazione alla sciatica (lombosciatalgia), e causare difficoltà di movimento. Più rari i casi in cui l'ernia del disco si presenta asintomatica, perché il dolore è una componente fondamentale di questa patologia: è proprio l'acuirsi del dolore quando si è seduti o quando si starnutisce e tossisce ad essere il campanello d'allarme di una probabile ernia del disco.

Le cure e gli esercizi indicati per far rientrare l'ernia prevedono un periodo di leggera fisioterapia, oltre a specifica attività fisica che rafforzi la muscolatura della schiena senza affaticare, coadiuvata da antidolorifici che aiutino a superare la fase acuta del male. È bene indagare col proprio medico se è possibile ricorrere a terapie alternative come agopuntura e massaggi, oltre a includere determinati esercizi di yoga che possono aiutare a sciogliere le tensioni. Se il dolore non dovesse risolversi in un  mese circa, sarà possibile tentare la via chirurgica.

Soltanto nel 10% dei casi è necessario ricorrere ad un intervento chirurgico per risolvere il problema (microdiscectomia), con un recupero completo tra le 2 e le 6 settimane.

Via | Farmacoecura

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail