L'albumina nel sangue o nelle urine: cosa significa e perché preoccuparsi

L'albumina è una proteina fondamentale per l'organismo umano, presente in quantità notevoli, ed è utilizzata in molte funzioni e processi del corpo umano; principalmente regola la corretta distribuzione di tutti i fluidi corporei. Viene sintetizzata dal fegato, per questo è considerata un valido meccanismo di controllo della funzionalità epatica.Se dalle analisi viene rilevata l'albumina nel sangue e nelle urine, ciò significa che possono essere in corso diverse patologie più o meno gravi. In generale, quando l'albumina viene rilevata oltre la norma, che è compresa tra 3,5 e 5,5 grammi per 100 millilitri di sangue, vanno distinte tre principali macrocategorie di condizione causata dalla presenza dell'albumina:


  • iperalbuminemia: alta presenza di albumina nel sangue

  • ipoalbuminemia: bassa presenza di albumina nel sangue

  • albuminuria: presenza dell'albumina nelle urine


La condizione indicata dall'iperalbuminemia indica una probabile disidratazione dell'organismo e sopraggiunge in casi di vomito e diarrea persistente, ustioni gravi, coma diabetico e morbo di Addison, una patologia autoimmune che colpisce le ghiandole surrenali. Non è tanto frequente, per questo è bene preoccuparsi se le analisi del sangue rilevano una concentrazione oltre la norma di questa proteina. L'albumina alta è rilevabile anche nei maschi fumatori oltre i 35 anni di età e si presenta come uno dei sintomi del morbo di Burger, che è un'infiammazione delle piccole e medie arterie.

L'ipoalbuminemia, ovvero di una bassa presenza di albumina nel sangue, avviene sia in caso di forti deficit proteici, come nei casi di malassorbimento proteico dovuto a patologie come la celiachia, sia in caso di malattie e disturbi a livello renale o epatico.

L'albuminuria, ovvero l'elevata presenza di albumina nelle urine, è causata da diversi fattori, dai meno preoccupanti ai più seri. Eccone una lista:


  • dieta troppo ricca di proteine

  • uso eccessivo di integratori, specialmente per gli sportivi

  • attività fisica intensa

  • età avanzata

  • tabagismo

  • ipertensione

  • trigliceridi e colesterolo alto

  • diabete


È quindi sempre un bene procedere ad analisi più approfondite in caso di concentrazioni diverse di albumina, perché è la spia dei primi sintomi di scarsa funzionalità del fegato o di insufficienza renale, come nel caso di valori sballati di creatinina.

Via | Mypersonaltrainer, Medicina360

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail