Quali sono i sintomi della bulimia e quali cause possono scatenarla

La bulimia è un disturbo alimentare e le persone che ne soffrono non riescono dominare l’impulso di mangiare molto e il senso di colpa che viene dopo, di conseguenza si auto-provocano il vomito per contrastare gli effetti dei pasti abbondanti. I bulimici possono arrivare a una media di 15 episodi alla settimana di abbuffate e conseguente vomito.

Per la bulimia non esiste una singola causa ma piuttosto un insieme di fattori genetici, relazionali, psicologici, socioculturali che rendono più probabile che la persona sia predisposta a sviluppare il disturbo. Tra i fattori troviamo: bassa autostima, perfezionismo, diete ipocaloriche, immagine del corpo basata sulla magrezza, traumi o abusi. E’ una patología che resulta difficile da individuare, perché a differenza delle persone che soffrono di anoressia, i bulimici mantengono un peso normale. Tra i sintomi della bulimia possiamo citare:


    Almeno due episodi settimanali di abbuffate durante tre mesi e una perdita del controllo degli alimenti che si ingeriscono. Non ci sono preferenze tra i cibi né provano alcun piacere nel mangiare. Il loro obiettivo è saziarsi.


    Utilizzo del vomito regolarmente autoindotto, di lassativi o diuretici. Frequente anche il digiuno o seguire una dieta ferrea per evitare l’aumento di peso. Le persone bulimiche hanno il terrore di ingrassare, anche se il loro peso è normale.


    Preoccupazione esagerata per il proprio aspetto fisico. Il cibo è l’unico tema di conversazione. I bulimici sono ossessionati dal proprio fisico perché mirano ad avere una presenza più attraente possibile. Sono fortemente convinti che avere qualche chiletto in più sia una vergogna per il corpo.


    Aver realizzato diete che hanno portato a perdere peso.


    Pensieri negativi e malinconici, ansia, depressione, scarsa concentrazione e idee ricorrenti di suicidio.


    Mangiare da soli o in segreto.


    Non avvengono cambiamenti sensibili come nell’anoressia; tuttavia, possono riscontrarsi segni fisici come gonfiore del viso per l’aumento delle ghiandole salivari, problemi con i denti, perdita di capelli, nausee, irregolarità nelle mestruazioni e debolezza.

Fonte | Bulimianoressia

  • shares
  • Mail