Ecco la dieta migliore per la gastrite

Con le feste di Natale, si sa, si tende ad abbuffarsi con smodata liberazione, quasi si attendesse questo periodo di eccessi con trepidazione. Certo è che lasciarsi un po' andare e concedersi qualche lusso alimentare gustoso non è un male, ma alcune patologie potrebbero aggravarsi con i cibi delle feste: oltre alle malattie a carico dell'intestino, uno dei disturbi più frequenti degli strascichi natalizi è sicuramente la gastrite.La dieta migliore per contrastare la gastrite non è sicuramente quella natalizia: bisogna prediligere alimenti leggeri e variati, che non procurino un aumento della produzione di succhi gastrici nello stomaco e facilitino la digestione; è importante poi mangiare lentamente, a piccoli bocconi, e fare una salutare attività fisica.

Ecco una lista dei cibi più indicati:


  • Pane e farinacei: crakers, grissini, fette biscottate, biscotti secchi

  • Pasta: pasta di semola di grano duro, semolino, tapioca

  • Formaggi: mascarpone, mozzarella, scamorza, robiola, stracchino, crescenza, fontina, bel paese. L'importante è che non siano fermentati.

  • Uova (da privilegiare alla coque, bollite, in camicia)

  • Carne: vitello, pollo, coniglio, manzo e maiale magri, cosciotto di agnello, prosciutto cotto e crudo magro;

  • Pesce: bollito, alla griglia o al forno sotto sale. Evitare i fritti.

  • Verdure: passati di verdura in genere, patate (non fritte), lattuga, cuori di carciofi, carote cotte, barbabietole rosse, piselli piccoli cotti e passati, fagiolini, pomodori senza pelle e senza semi, sedano

  • Frutta: si può optare per la frutta fresca solo se ben matura, sbucciata e privata dei semi, altrimenti è meglio la frutta cotta.

  • Bevande: caffè d’orzo e solo a fine pasto, acqua, tisane varie, succhi di frutta non acidi diluiti con acqua.

  • Dolci: gli zuccheri possono fermentare e causare problemi: meglio prediligere torte poco dolci e limitarsi a mangiarne pochi e di rado.


Tra i condimenti, optare sempre per l'olio a crudo, il succo di limone e molte erbe aromatiche che aiutano anche ad insaporire debitamente i piatti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail