La gastrite erosiva cronica: i sintomi e la dieta da seguire

gastrite

La gastrite cronica altro non è che un'infiammazione della mucosa che riveste lo stomaco. La gastrite erosiva cronica, invece, è un particolare tipo di questa patologia, che non sempre è accompagnato da un'infiammazione degna di nota, ma che può comunque essere nocivo per il rivestimento dello stomaco. Talte tipo di gastrite può anche causare sanguinamento e ulcere.

Se, spesso, la gastrite cronica non erosiva è caratterizzata dall’Helicobacter pylori, un batterio che infetta la mucosa dello stomaco e che viene trasmesso da persona a persona (in caso di condizioni igieniche scarse, anche attraverso il cibo e l'acqua infetti), la gastrite erosiva cronica è caratterizzata da altre cause.

La gastrite erosiva cronica è spesso causata da un elevato utilizzo di farmaci antinfiammatori non steroidei, i cosiddetti FANS: un uso prolungato di aspirina, naprossene, ibuprofese, può causare l'insorgenza di questa malattia. Altri fattori che potrebbero provocare questo tipo di gastrite sono l'abuso di alcol e di cocaina, oltre che la prolungata esposizione a radiazioni.

Anche un forte stress, causato da traumi di entità importante, malattie ed ustioni gravi o interventi chirurgici, possono causare la gastrite erosiva acuta. Ci sono poi cause meno comuni come le malattie autoimmuni, le malattie dell'apparato digerente come il morbo di Crohn, virus, parassiti, funghi, batteri, infezioni virali.

A volte la gastrite erosiva cronica non presenta sintomi, mentre altre volte il paziente lamenta dolore nella parte superiore dell'addome, nausea, vomito, perdita di appetito. La gastrite erosiva può provare ulcere, erosioni della mucosa dello stomaco, sanguinamento (il sangue si intravede nel vomito, le feci sono nere e contengono feci).

La gastrite erosiva cronica può essere curata con farmaci antiacidi, inibitori della pompa protonica, antagonisti del recettore H2. In caso di malattia, poi, sarebbe meglio seguire un'alimentazione corretta, evitando pasti abbondanti e mangiando con molta calma. Evitate gli alcolici, il fumo e i farmaci antinfiammatori, preferendo cibi leggeri, cotti preferibilmente alla griglia o al vapore e poco conditi.

Foto | Flickr

Via | Insalus

  • shares
  • Mail