Cos'è la metionina e quali sono le proprietà e le controindicazioni


La metionina è un aminoacido essenziale molto importante per la digestione, per il metabolismo dei muscoli e soprattutto per la disintossicazione da metalli pesanti. Il nostro corpo non è in grado di sintetizzare da solo questa sostanza, così per assumerla è necessario fare molta attenzione alla dieta. Un adulto ha un fabbisogno tra gli 800-1000 mg al giorno e la si trova soprattutto nell’albume, nel latte vaccino, nei formaggi, nella carne bovina e nelle proteine isolate della soia.

È bene non esagerare. Il consumo eccessivo di questa sostanza, soprattutto sotto forma di integratore, provoca la conversione della metionina in omocisteina, una sostanza interessata in numerose malattie cardiovascolari. Inoltre, può essere tossica e creare acidità nel sangue. Questo aminoacido è composto principalmente da zolfo, che a sua volta si trasforma in acido solforico. L’organismo per eliminare questa acidità rilascia calcio dalle ossa.

Non è tutto. La metionina viene utilizzata come supplemento dietetico nelle malattie da denutrizione e nei disordini epatici dovuti a insufficiente apporto di proteine alimentari. S’impiega anche in caso di epatiti tossiche, cirrosi e anemie. Questo prodotto fa parte di un gruppo sostanze lipotropiche che aiutano il fegato a metabolizzare i lipidi (grassi). Infine, esistono dei casi in cui l’assunzione di metionina può provocare nausea, diarrea o vomito e quando interagisce con alcuni farmaci ne aumenta o diminuisce gli effetti.

Via| Sapere; VeganItalia; Albanesi
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail