Pancreatite acuta o cronica? I sintomi per riconoscerla

pancreatite

La pancreatite è una malattia che causa l'infiammazione del pancreas. Si tratta di una malattia rara, che comincia a colpire sempre più persone anche in Italia. Inizialmente la pancreatite si manifesta in forma acuta: se curata male o completamente trascurata si può trasformare in un fenomeno duraturo nel tempo, diventando pancreatite cronica.

E' molto importante riconoscere i sintomi della pancreatite, perché nel caso di un aggravarsi della situazione, potrebbero verificarsi problemi ancora più gravi (come danni ai tessuti, possibili emorragie, infezioni, cisti), con conseguenze che potrebbero anche portare alla morte del paziente.

Quali sono i sintomi della pancreatite acuta o cronica?

La pancreatite acuta può anche verificarsi diverse volte nel corso della vita, ma in genere è curabile facilmente. I casi mortali di questo tipo di malattia hanno una percentuale del 15%. Bisogna comunque intervenire velocemente, per poter limitare i danni. La pancreatite si manifesta con un forte mal di pancia, nel livello superiore dell'addome, che può raggiungere anche livelli insopportabili. Il dolore può durare diversi giorni e irradiarsi anche in zone limitrofe all'addome.

Altri i sintomi legati alla pancreatite acuta, come la nausea, il vomito, la febbre e l'aumento della frequenza cardiaca.

La pancreatite cronica, solitamente dovuta ad abuso di alcol, si sviluppa dopo un attacco di pancreatite acuta. Potrebbe trattarsi anche di una forma ereditaria. I sintomi possono essere gli stessi di quella acuta, ma solitamente i pazienti lamentano sia dolore che un cattivo assorbimento del cibo, oltre che perdita di peso e persino diabete. Non sempre la pancreatite cronica è accompagna da dolore.

Via | Farmaco e cura

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail