Smart working: i consigli degli esperti per proteggere la voce

Smart working: i consigli degli esperti per proteggere la voce

Ecco come proteggere la voce se lavorate in smart working.

La situazione che tutti noi stiamo vivendo ha cambiato radicalmente le nostre abitudini. La quarantena ci ha infatti portati a trascorrere le giornate in casa, e ciò significa che molti di noi stanno lavorando in smart working. Proprio questa modalità di lavoro potrebbe risultare molto stressante per la nostra voce. Se qualche mese fa infatti potevamo intrattenere le nostre relazioni normalmente, con il contatto fisico e usando il linguaggio del corpo, adesso le nostre relazioni sono affidate proprio alla nostra voce.

È per questa ragione che questo strumento va assolutamente protetto. A spiegarlo è stata Tiziana Rossetto, presidente della Federazione Logopedisti Italiani (Fli), che insieme al dottor Dario Strangis ha realizzato una lista di consigli utili per coloro che lavorano molto con la voce (come ad esempio gli insegnanti).

Smart working: come proteggere la voce

Ecco dunque quali sono i consigli da seguire durante il lavoro in smart working:

  1. Alzarsi spesso dalla sedia, almeno una volta ogni ora, in modo da fare movimento, un po’ di stretching o persino ballare, se ne avete voglia.
  2. Praticare delle tecniche di rilassamento, come quelle di yoga o meditazione, soprattutto se siete delle persone abbastanza ansiose.
  3. Umidificare gli ambienti, in modo da evitare che si crei un microclima troppo secco.
  4. Idratare il corpo, bevendo almeno due litri di acqua al giorno, ma anche tisane, brodi vegetali, frutta.
  5. Mantenere una corretta postura quando siete seduti di fronte al computer o anche quando camminate.
  6. Utilizzare cuffie e microfoni come quelli dei call center, in modo da non perdere il contatto audio con le persone e mantenere comunque una corretta postura durante il lavoro.

via | Ansa
Foto di StockSnap da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog