Narcolessia: cos’è e come si combatte

Quando si dice: cado di sonno. Niente di più vero per chi soffre di narcolessia ma lungi dall’essere una battuta, è una situazione assai grave per quanto rara. Ne sono colpite 4 persone su 10.000 con una maggiore incidenza tra i 15 e i 25 anni e si tratta di un disturbo neurologico che comporta un’eccessiva sonnolenza diurna.

Frequenti sono le diagnosi errate a causa della difficoltà nel riconoscere il disturbo, scambiato spesso per depressione o epilessia. In Italia esiste un’Associazione Narcolettici che fornisce assistenza e informazioni.

Non è ancora nota una cura definitiva ma è possibile intervenire con terapie farmacologiche che riducano gli effetti e i conseguenti rischi del disturbo.

  • shares
  • Mail