La disfunzione erettile può essere causata dall'ansia del concepimento

concepimento

Per concepire un figlio bisogna rilassarsi ed evitare di programmare i rapporti sessuali. L'ansia del concepimento, infatti, abbassa la libido maschile e può persino causare difficoltà di eiaculazione e disfunzione erettile. Lo rivela un recente studio condotto da un'équipe di andrologi sudcoreani pubblicato sul British Journal of Urology.

I ricercatori hanno monitorato per tre anni un campione di 439 uomini, tutti impegnati a concepire un bambino con la loro compagna, studiando gli effetti del sesso a comando, ovvero del rapporto sessuale programmato in determinati giorni, ore e fattori fisici e ormonali favorevoli al concepimento. La metà degli uomini presi in esame ha avuto problemi di disfunzione erettile e il 5,2% non riusciva a raggiungere l'orgasmo. Dai risultati si evince che l'eros maschile risente della programmazione dell'atto sessuale.

Programmare il rapporto, dunque, è un rischio per la funzionalità sessuale maschile, che in Italia interessa oltre 70.000 coppie. Il dottor Bruno Giammusso, coordinatore della campagna Chiedi aiuto contro la disfunzione erettile, ha commentato i risultati dello studio sottolineando come

Questa ricerca clinica evidenzi che il “sesso a comando” possa spesso provocare disfunzioni sessuali nel partner maschile. La causa principale di tale fenomeno può essere attribuita all’ansia da prestazione, ossia alla tensione emotiva che deriva, per l’uomo, dal sentirsi responsabile di fronte alla partner di un atto da cui dipenderà il concepimento di un figlio.

Inoltre, prosegue Giammusso:

Non va trascurato fra le cause di disfunzioni sessuali nel maschio, il calo di desiderio che si accompagna alla perdita di spontaneità della vita amorosa, nel momento in cui il sesso non è più un piacere, ma un dovere da svolgere fino al raggiungimento dell’obiettivo gravidanza.

I medici dovrebbero dunque considerare anche gli aspetti psicologici della difficoltà di concepimento nel trattamento della disfunzione erettile. Intervenire sull'ansia da prestazione, limitando l'impatto dei rapporti programmati e restituendo spontaneità al rapporto sessuale, rappresenterebbe infatti una soluzione per molti casi di disfunzioni sessuali.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail