Dormire bene per 10 ore a notte aiuta a sopportare meglio il dolore

dormire

Finora ci avevano consigliato di dormire 8 ore a notte, per ritemprarci dalle fatiche del giorno prima e iniare una nuova mattinata con lo sprint giusto. Ora a quelle ore dobbiamo aggiungerne altre due, se vogliamo sopportare meglio il dolore. Dormire 10 ore per notte, infatti, renderebbe meno sensibili al dolore, così da sentirlo meno.

Questo consiglio su quanto è giusto dormire ogni notte ci arriva dai ricercatori capitanati Timothy Roehrs, esperto di disturbi del sonno dell'Henry Ford Hospital di Detroit: due ore di sonno in più rispetto alle tradizionali ore per assistere ad una diminuzione della sensibilità al dolore. Si otterrebbero risultati migliori rispetto all'assunzione di 60 milligrammi di codeina, secondo quanto riportato dallo studio pubblicato sulla rivista Sleep.

Lo studio, che ci ha svelato che otto ore di sonno per notte non bastano per non sentire più il male, è stato condotto su 18 volontari sani, che sono stati associati a quattro gruppi di sonno, con ore dormite tra le 4 e le 10 ore per notte. I ricercatori hanno studiato le loro onde cerebrali, il movimento dei loro occhi, la frequenza cardiaca e il tono muscolare.

Dopo questo esperimento gli studiosi sono arrivati alla conclusione che chi dormre 10 ore per notte sopporta meglio il dolore. Il gruppo di volontari che ha dormito per questo lasso di tempo, infatti, è stato in grado di rimanere con il dito su una fonte di calore per il 25% di più rispetto agli altri.

Siamo rimasti sorpresi dalla grandezza della riduzione della sensibilità del dolore, rispetto alla riduzione prodotta prendendo la codeina». Secondo i ricercatori, al contrario, l'aumentata sensibilità al dolore nelle persone stanche sarebbe il risultato della loro sonnolenza sottostante.

Quindi, se volete sopportare meglio il dolore, andate a letto prima o mettete la sveglia più tardi, per un totale di 10 ore dormite a notte!

Via | Il Sole 24 Ore

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail