Eutanasia Legale è il nuovo progetto online dell'Associazione Luca Coscioni

L'Associazione Luca Coscioni, in collaborazione con il partito dei Radicali, lancia Eutanasia Legale, un nuovo progetto per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla questione della fine della nostra vita. Un argomento molto sentito dal partito politico e, ovviamente, dall'associazione, per un'iniziativa promossa da un video davvero toccante.

Il tema dell'eutanasia è da sempre molto delicato, con le coscienze dell'opinione pubblica che si dividono tra i favorevoli, che difendono a spada tratta la possibilità di chiedere di "staccare la spina", e i contrari, che invece difendono fino alla fine la vita, anche quando sembrano esserci poche possibilità e il paziente è in coma vegetativo.

Eutanasia Legale, come suggerisce il nome stesso, è a favore della legalizzazione di questa pratica in Italia.

Il progetto Eutanasia Legale è nato tra le fila del partito dei Radicali, con uno spot video davvero molto forte, che ci presenta la testimonianza diretta di un malato terminale. E' stato chiesto, infatti, a molti pazienti di aderire all'iniziativa e, alla fine, l'appello è stato raccolto da Gilberto, un uomo che ha deciso di parlare della sua malattia.

Gilberto è stato colpito per la seconda volta da un cancro al fegato e nel video qui sopra spiega il perché di questo progetto.

I Radicali, l'Associazione Luca Coscioni e altre organizzazioni italiane che collaborano all'iniziativa hanno voluto creare un nuovo luogo dove parlare di eutanasia per smuovere le coscienze, al pari di come è stato fatto in passato per il divorzio e l'aborto. Se pensiamo che nel nostro paese la metà della popolazione si dice favorevole alla legalizzazione dell'eutanasia, non si capisce perché il Parlamento abbia fatto di tutto per bloccare i disegni di legge legati alla dolce morte, come viene chiamata, così come quelli destinati a legalizzare il testamento biologico, per lasciare le ultime volontà in materia di salute.

Via | Westinfo

  • shares
  • Mail