Psicologia: mio figlio capisce se c’è qualcosa che non va?

Psicologia: mio figlio capisce se c’è qualcosa che non va?

I bambini possono percepire che i genitori sono stressati anche quando questi ultimi cercano di nasconderlo. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Lo stress rappresenta purtroppo un problema comune in famiglia, soprattutto in questo particolare periodo, in cui siamo tutti costretti a rimanere in quarantena a casa.

Ebbene, un nuovo studio ha dimostrato che quando cerchiamo di nascondere stress o tensione di fronte ai nostri figli, non solo loro se ne accorgono, ma questo nostro comportamento altera anche l’atteggiamento dei bambini nei nostri confronti.

A rivelarlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Family Psychology, i cui autori hanno analizzato le interazioni tra genitori e figli di età compresa tra i 7 e gli 11 anni, ed hanno scoperto che i bambini hanno una risposta immediata quando i genitori cercano di nascondere le emozioni.

I ricercatori hanno arruolato un campione di 107 genitori. A una parte di essi è stato chiesto di reprimere le proprie emozioni di fronte ai figli, dopo essere stati sottoposti a dei compiti stressanti. Ebbene, dallo studio è emerso che coloro che hanno represso le emozioni hanno ricevuto una risposta simile da parte dei loro figli:

Questo ha senso per un genitore distratto nel tentativo di mantenere nascosto il proprio stress, ma i bambini hanno cambiato molto rapidamente il loro comportamento per adattarsi al genitore. Quindi, se sei stressato e dici semplicemente ‘Sto bene’, questo ti rende meno disponibile nei confronti di tuo figlio, e abbiamo scoperto che i bambini ricambiano allo stesso modo

spiegano gli autori dello studio, aggiungendo che questo fenomeno era evidente soprattutto quando erano le mamme a nascondere le emozioni. Questo probabilmente perché i padri tendono spesso a nascondere le proprie sensazioni, mentre quando a farlo è la madre, il bambino lo percepisce come un comportamento anormale.

Detto ciò, gli esperti spiegano che non vogliono che il loro studio sia fonte di ulteriore stress per i genitori. Insomma, non state rovinando la vita dei vostri figli, ma probabilmente si tratta di un ottimo spunto per dare loro maggiore fiducia e permettergli di comprendere sentimenti e sensazioni dimostrando fiducia nelle loro capacità.

via | ScienceDaily
Foto di Bill Kasman da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog