Viaggi lunghi in aereo e problemi venosi

aereo in voloStare seduti per tante ore durante un viaggio aereo, oltre che comportare problemi di jet-lag, il tanto odiato fusorario, può causare anche trombosi venosa acuta ai nostri arti inferiori. Naturalmente la questione non è così esplicita, ma riguarda solo chi è già propenso a fastidi di questo tipo, come gli anziani, gli individui in sovrappeso, o chi soffre di malattie cardiovascolari.

Il tutto sembra essere dovuto alla posizione e all'impossibilità di movimento delle gambe, che ostacolerebbero il flusso venoso, favorendo, appunto, la formazione di piccoli trombi nei vasi venosi.

Per ovviare a questo problema possiamo o indossare delle calze contenitive, o fare dei piccoli movimenti, mentre si sta seduti, come roteare il piede attorno alla caviglia, contrarre i polpacci, ecc. Nei casi più seri si può invece optare per un rimedio omeopatico, sempre in via preventiva: Pulsatilla, utile nei disturbi venosi degli arti inferiori; Vipera redi o ancora Hamamelis, che si può anche applicare localmente sotto forma di tintura madre.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail