Il sesso e i giovani: colpa della musica

musica e sessoSarà, ma sembra tanto una semplificazione grossolana. Un recente studio condotto dalla Pittsburgh University ha rivelato che se i giovani fanno sesso sempre prima – l’età media si è abbassata notevolmente nel corso del tempo – è in gran parte colpa della musica che ascoltano e da cui si lasciano influenzare fortemente.

L’indagine è partita dall’ipotesi secondo cui l’impatto della musica sui giovanissimi è tanto forte da riuscire, attraverso i suoi contenuti, a modificare i comportamenti e a guidarli. I circa 700 ragazzi intervistati sulle loro preferenze sessuali e musicali avrebbero corroborato l’ipotesi di partenza dimostrando che chi ascolta musica dai testi con riferimenti sessuali espliciti sarebbe più facilmente portato ad avvicinarsi al sesso prima di altri coetanei che ascoltano un altro genere di musica.

Ci chiediamo se si possa davvero credere ad una selezione musicale tanto rigorosa – ma consapevole? – da evitare testi con riferimenti sessuali. E l’ascolto radiofonico, che prescinde da una selezione personale? E infine: sono davvero i ragazzi così tanto impressionabili dal testo di una canzone più di quanto non possano esserlo dall’ambiente in cui vengono educati o dai contenuti della tv o di Internet?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail