Natale, come non ingrassare durante le feste

Natale, come non ingrassare durante le feste

Con l'arrivo del Natale si apre il periodo degli "sgarri" alimentari, tra inviti, pranzi e cenone i kg in più sono in agguato! Ma ecco qualche consiglio per non far lievitare troppo l'ago della bilancia.

Con l’arrivo del Natale si apre il periodo degli “sgarri” alimentari, tra inviti, pranzi e cenone i kg in più sono in agguato! Ma ecco qualche consiglio per non far lievitare troppo l’ago della bilancia.

Tutto l’anno faticosamente a dieta e poi, tac… arrivano le feste con tutte le tentazioni culinarie annesse e connesse! Ed ecco che con l’arrivo del nuovo anno anche la bilancia festeggia allegramente i nostri kg in più!

Quest’anno però, andrà diversamente se ascolterete i nostri consigli. Per prima cosa cominciate il periodo di “magra” già da ora, niente pranzi e cene fuori, e dieta detox.

Eliminate i carboidrati a cena, limitandovi a poche proteine con verdure e al mattino preparatevi 3 cucchiai di crusca di avena appena coperti da latte vegetale, aggiungetevi una manciata di frutta secca e limitatevi ad un caffè, possibilmente nero o con poco zucchero.

La crusca d’avena favorisce il transito intestinale e quindi evita l’accumulo di scorie, utile quindi soprattutto per chi soffre di stipsi e come disintossicazione dell’organismo.

Cercate di evitare lo spuntino, se proprio non potete farne a meno limitatevi ad un frutto o a un cappuccino a base di latte vegetale, se desiderate qualcosa di caldo, oppure una bella tisana non zuccherata.

Per il pranzo limitate le porzioni, 50 gr di riso o pasta senza glutine, tipo di mais, con verdure abbondanti più un’insalata mista, anche di cruditè. Usate olio di cocco per condire, aiuta leggermente a stimolare il metabolismo grazie ad una particolare catena di grassi che contiene.

Al pomeriggio un bel tè verde o una tisana senza zucchero. In questo periodo sono molto indicate le tisane invernali a base di cannella, arancio, anice stellato.

Durante il giorno bando agli alcolici e alle bibite gasate e zuccherate, no ai fritti e state lontano dai dolci.

So che è un sacrificio non da poco, ma in questo modo vi potrete concedere cenone e pranzo di Natale senza sensi di colpa perchè sarete arrivati al 25 dicembre con un peso forma accettabile.

Cercate di declinare le offerte di dolci e dolcetti e di limitare i vostri sgarri al 24 e al 25 dicembre. Il 26 approfittando del fatto che in alcune parti d’Italia si mangia la minestra di S.Stefano per stare leggeri, sfruttate l’occasione per disintossicarvi con questa minestra, ma fatta con molte verdure e poca carne magra.

Per quanto riguarda i giorni delle feste potete lasciarvi andare, ma usando qualche trucchetto soft. Magari evitando frutta secca e cioccolatini e concentrandovi su una portata che vi piace particolarmente, un primo piatto o un antipasto per esempio.

Se amate il dolce allora evitate antipasto e primo piatto e puntate sul secondo così dopo potrete concedervi una bella fetta di panettone. Attenzione anche agli alcolici, un brindisi con lo spumante ci sta, ci mancherebbe, ma limitatevi ad un flute. La sera di Natale ovviamente digiuno o al massimo una tisana detox.

Se potete il dolce concedetevelo la mattina di Natale così avrete più tempo per smaltirlo. Dopo Natale dovrete darvi da fare anche con il movimento.

I pranzi e i cenoni causano molta ritenzione idrica motivo per cui occorre integrare la dieta con verdure ad effetto diuretico, asparagi e carciofi per esempio e con lo sport.

Quindi cominciate con una lunga camminata a passo sostenuto o con una bella pedalata, ma che siano praticate in modo regolare e costante.

Se avete tempo abbinate qualche esercizio di resistenza, magari con il kettlebell e qualche massaggio drenante e vedrete che all’inizio del nuovo anno vi ritroverete con il vostro peso forma originario.

E se nonostante la buona volontà, qualche sgarro c’è stato e i kg di troppo sono inesorabilmente arrivati a far capolino?

Se i kg non sono molti, sui 2-3 per intenderci, potrebbe esservi utile acquistare una di quelle dieta bag che vendono in alcune farmacie. Si tratta di pasti proteici da consumare per una settimana in aggiunta ad altri alimenti normali e che permettono di perdere da 1 a 2 kg a settimana, a seconda del proprio metabolismo.

Queste bag sono ideali se i kg da smaltire sono pochi, e funzionano! Funzionano perchè oltre alla restrizione calorica imposta dagli schemi consigliati nella confezione, questi pasti sono prevalentemente proteici. Chi mi segue sa bene che le proteine occupano un ruolo importante nella perdita di peso perchè stimolano l’organismo a lavorare di più per smaltirle in quanto generano la produzione di scorie che comunque devono essere eliminate.

Di solito in queste bag sono compresi prodotti per la colazione, lo spuntino, il pranzo e la cena e il sabato e la domenica sono un po’ più liberi. Il menù comprende beveroni al gusto cappuccino, cioccolato o vaniglia, vellutate, minestre e barrette spezzafame.

Direi che il sapore di questi preparati non è certo da gourmet, ma anche che il sacrificio si può fare per una settimana senza patire troppo.

Questo tipo di dieta si può continuare per altre 2 settimane volendo e, se si vuole smaltire qualche altro kg. Bisogna però tener presente che dopo massimo 3 settimane di dieta bag bisogna tornare ad un’alimentazione quasi normale, reintroducendo tutti gli alimenti.

Quel “quasi” sta per alimentazione normale, ma questo non significa buttarsi su tutto quello di cui ci siamo privati durante la restrizione dietetica, ma avere buon senso, limitando le porzioni ed evitando sgarri per non riprendere i kg persi con tanta fatica.

Guarda la galleria: Natale, come non ingrassare durante le feste

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog