Ciclo mestruale, le possibili cause di un ritardo

Ciclo mestruale, le possibili cause di un ritardo

Cosa può significare se il ciclo mestruale arriva in ritardo? Ecco tutte le possibili cause che possono portare a un ritardo nel ciclo, che non sempre deve mettere in allarme e agitazione.

Un ritardo del ciclo mestruale desta sempre un po’ di preoccupazione e ansia. Il ciclo femminile si presenta in media ogni 28 giorni, con l’ovulazione che avviene al 14esimo giorno. Ci sono donne con cicli leggermente più lunghi e leggermente più brevi: sta a noi conoscere bene il nostro corpo, capendo i segnali che ci manda nelle varie fasi del ciclo.

Può capitare, anche a chi ha sempre avuto cicli regolari, di notare talvolta dei ritardi inspiegabili del ciclo mestruale: quali sono le varie cause che possono provocare un ritardo?

  • Gravidanza: se avete avuto rapporti senza metodi contraccettivi, il ritardo potrebbe essere sintomo di gravidanza.
  • Stress: anche lo stress influenza il nostro ciclo e può bloccare la produzione degli ormoni indispensabili per l’ovulazione.
  • Malattie: ci sono delle patologie, come le disfunzioni della tiroide, le cisti ovariche, ma anche l’influenza, che possono influire negativamente sul ciclo.
  • Sovrappeso e obesità: anche queste condizioni possono provocare disfunzioni ormonali che possono causare cicli irregolari.
  • Sottopeso: anche essere troppo magra può mettere a dura prova il nostro ciclo.
  • Premenopausa: è il periodo di transizione tra quello fertile e quello della menopausa. Può durare a lungo.
  • Menopausa: prima o poi tutte le donne dovranno fare i conti con la menopausa e con il ciclo che scompare per sempre.
  • Farmaci: lo sapevate che alcuni farmaci possono modificare il nostro ciclo? Anche il cambio della pillola può rendere irregolari le mestruazioni.
  • Il consiglio è di tenere un diario del vostro ciclo e se notate delle anomalie che si ripetono nel tempo contattate il vostro ginecologo.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog