Inquinamento aumenta morti per cardiopatie

gas di scaricoUno studio americano dell'Università di Orlando, effettuato dall'AHA (American Heart Association), ha recentemente dimostrato come l'inquinamento ambientale, e soprattutto la presenza nell'aria di sostanze quali monossido di carbonio, non siano dannose solo per il nostro apparato respiratorio, ma rappresentino dei potenziali killer per i nostri cuori.

Quindi la presenza di queste sostanze, unita tra l'altro al fumo di sigaretta, sarebbe strettamente crrelata ad un incremento notevole delle morti per malattie cardiovascolari. Basterebbe una sola unità in più del dovuto di monossido di carbonio per provocare in media due morti al giorno e quasi 700 in un anno.

L'aumento di queste polveri sottili, definite anche particolato fine , porterebbe ad un aumento del rischio del 91% nella popolazione ordinaria e a minacce ancora più gravi nei fumatori abituali.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail