Come fare il calcolo delle calorie consultando le tabelle giuste

calcolo delle calorie

Se si vuole dimagrire bisogna fare il calcolo delle calorie per ingerirne meno di quante se ne consumano durante la giornata. Infatti l'organismo, quando ha a disposizione meno calorie di quante ne deve bruciare per svolgere le attività quotidiane, si procura quelle mancanti bruciando grassi e muscoli. Riuscire ad eliminare i primi mantenendo i secondi è l'obiettivo indispensabile per dimagrire in modo sano. Per questo non bisogna esagerare con il “taglio” alle calorie ingerite, che deve essere proporzionato all'attività fisica svolta. D'altra parte, l'esercizio fisico è un alleato indispensabile di un sano dimagrimento.

Ma come si fa a fare il calcolo delle calorie? A correre in aiuto di chi vuole smaltire i chili di troppo sono formule e tabelle che permettono, da un lato, di calcolare il proprio metabolismo basale, cioè le calorie bruciate quotidianamente, dall'altro di capire quante se ne introducono con il cibo.

Per quanto riguarda le calorie bruciate durante la giornata, queste dipenderanno sia dal proprio metabolismo basale, cioè dalle energie consumate dall'organismo a riposo, sia dalle energie consumate durante le varie attività della giornata, dalle pulizie allo sport. Uno strumento utile per tenere conto di tutti questi fattori è fornito dal Centro studi dell'alimentazione di Milano, che potete trovare qui.

Una volta stabilito il consumo giornaliero di calorie è necessario scegliere di quanto ridurlo per dimagrire. In genere si consiglia di tagliare 200-300 calorie al giorno, ma l'entità del taglio varia da persona a persona. Infatti se si esagera con la riduzione il corpo inizierà a “mangiare” i propri muscoli e si otterrà l'effetto che, come abbiamo già detto, è da evitare assolutamente.

Alcuni esperti consigliano di tagliare le calorie del 20%. In generale, le donne non dovrebbero mai scendere al di sotto delle 1200 calorie quotidiane, mentre gli uomini dovrebbero assumere sempre almeno 1800 calorie al giorno.

Veniamo, infine, al calcolo delle calorie contenute nel cibo. Queste dipenderanno dalla composizione del cibo stesso: un grammo di carboidrati corrisponde, infatti, a 3,92 calorie, mentre un grammo di proteine corrisponde a circa 4 calorie e la stessa quantità di grasso a circa 9 calorie. Fortunatamente esistono delle tabelle che riportano il contenuto energetico di ogni cibo, in genere espresso come calorie per 100 grammi di alimento. Ne sono un esempio quelle consultabili sul sito del dott. Nicola Sorrentino, dietologo, basate sulle tabelle di composizione degli alimenti dell'Inran, l'Istituto Nazionale di Ricerca per l'Alimentazione e la Nutrizione.

Con queste informazioni alla mano, bisogna stabilire le calorie da ingerire durante la giornata distribuendo le quantità giuste dei cibi giusti fra i diversi pasti. Attenzione, però: secondo gli esperti non bisogna mai dimenticare di mantenere le giuste proporzioni dei diversi nutrienti, pari al 50% nel caso dei carboidrati, al 30% per le proteine e al 20% per i grassi.

A chi vuole dimagrire non resta che munirsi di carta e penna e rispolverare le nozioni di matematica di base: se in 100 grammi di pizza bianca ci sono 302 calorie, quante ce ne sono in 30 grammi?

Via | FitWatch; Scribd.; Dossier.net
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail