Doping nemico della sessualità

dopingChi assume testosterone come doping può avere dei seri danni per la sua salute sessuale e riproduttiva. Ciò è quanto affermano gli andrologi italiani ed europei, durante un recente congresso svoltosi a Roma. Il tipo di danno sembra poi variare in gravità in base al tipo di sport praticato dall'atleta in questione.

Le maggiori ripercussioni si avrebbero a carico del liquido seminale, ma si fa riferimento anche a disturbi legati al desiderio sessuale vero e proprio e all'erezione. E naturalmente più l'impegno agonistico è elevato, maggiore è il rischio.

Il tutto è correlato alla maggiore produzione di ormoni da stress anti-gonadici, come cortisolo e catecolammine. Inoltre l'uso di questi anabolizzanti è dannoso anche per altri organi, come fegato, prostata e anche per il tessuto muscolare. Se parliamo di atleti molto giovani, poi, la situazione peggiora drasticamente: in questi casi si va incontro ad un'accellerata maturazione scheletrica, con arresto prematuro della crescita.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: