10 e 11 novembre, torna la Giornata Mondiale del Diabete

giornata mondiale del diabete

Anche quest'anno l'Italia celebrerà la Giornata Mondiale del Diabete. Per il 2012 le iniziative si concentreranno nei giorni 10 e 11 novembre e, come nei tre anni passati, riguarderanno l'educazione e la prevenzione di questa malattia. Il tutto sotto lo slogan "Contro il diabete occhi aperti!”.

L'iniziativa, promossa dall'International Diabetes Federation (IDF) è la più grande campagna di informazione, sensibilizzazione e prevenzione nei confronti di quella che secondo il Piano Sanitario Nazionale 2011-2013 è una delle patologie croniche su cui deve essere concentrata l'attenzione, soprattutto alla luce del fatto che nella maggior parte dei casi è possibile prevenire il diabete di tipo 2 (quello che si sviluppa, in genere, da adulti, detto anche “mellito) con uno stile di vita che comprenda un'alimentazione sana e almeno mezz'ora di esercizio fisico moderato ogni giorno.

Attualmente in Italia sono almeno 4 milioni le persone cui è stato diagnosticato il diabete. Secondo l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite questa malattia è un vero e proprio problema sociale che mette a rischio la salute della popolazione mondiale tanto quanto HIV, tubercolosi e malaria.

infografica diabete

Se oggi il diabete, la cui forma principale è proprio quella di tipo 2, è l'undicesima causa si morte nel mondo, entro il 2030 raggiungerà la settima posizione in questa triste classifica. Nei paesi industrializzati la situazione è ancora più preoccupante: le stime prevedono che nello stesso anno si posizionerà al quarto posto, dopo le malattie cardiovascolari, a quelle cerebrovascolari e ai tumori delle vie respiratorie. Non solo, chi soffre di diabete è più esposto al rischio di malattie cardiovascolari e renali, cecità, amputazioni, cardiopatie ischemiche, neuropatie e retinopatia.

Proprio per promuovere la prevenzione, il 10 e 11 novembre medici, operatori sanitari, infermieri e associazioni di pazienti si mettono a disposizione dei cittadini per distribuire materiale informativo, fornire una consulenza medica qualificata ed eseguire gratuitamente l'esame della glicemia (il livello di zuccheri nel sangue) e scoprire il proprio rischio di sviluppare la malattia in presidi diabetologici contrassegnati dal “Cerchio Blu”, simbolo di "Uniti contro il Diabete".

I presidi sono dislocati in centinaia di piazze in tutta Italia. Per conoscere tutte le iniziative basta cliccare qui.

Via | La giornata mondiale del diabete

  • shares
  • Mail