Dolori mestruali, il 38% delle donne mente e li usa come scusa

dolori mestruali

Il 38% delle donne usa i dolori mestruali come scusa per evitare le attività più diverse, dai rapporti con il partner all'attività fisica. A svelarlo è un'indagine online che ha coinvolto 1.000 donne, il 20% delle quali ha ammesso di mentire riguardo al proprio ciclo per giustificare il proprio cattivo umore o il fatto di essere irritabili. Una donna su 7, invece, usa questa scusa per evitare il sesso o per concedersi un po' di relax. Tuttavia, la motivazione principale che spinge a mentire a proposito delle mestruazioni è trovare una scusa per evitare l'attività fisica.

Il sondaggio ha anche svelato che la maggior parte delle donne che utilizza questa scusa non si vergogna di mentire a tal proposito, probabilmente perché circa nella metà dei casi le bugie vengono dette al telefono, via sms, attraverso i social network o con una e-mail.

I dati raccolti nel corso dell'indagine hanno svelato anche che a soffrire di dolori mestruali è il 90% delle donne. Di queste, il 76% deve fare i conti con i disturbi del ciclo per più di un giorno e il 25% circa ne soffre per tre o più giorni.

I dolori sono causati dalle contrazioni dell'utero che si verificano durante le mestruazioni. Durante queste contrazioni il flusso del sangue può interrompersi momentaneamente, provocando una temporanea carenza di ossigeno. Il problema è aggravato dal fatto che allo stesso tempo vengono rilasciate le prostaglandine, molecole coinvolte nell'infiammazione, che inducono contrazioni ancora più forti e che possono aumentare il dolore avvertito. A volte è talmente intenso da causare vomito o svenimenti.

Fortunatamente esistono diversi modi per alleviare i dolori mestruali: farmaci, alimentazione, vitamine e agopuntura aiutano le donne a stare meglio prima e durante il ciclo.

A meno che questi rimedi non rendano anche più sincere, le donne che vogliono continuare ad utilizzare i dolori mestruali come scusa potranno farlo tranquillamente anche cercando di allontanare il dolore.

Via | DailyMail
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail