Perché non riesco a fare a meno di mentire?

Perché non riesco a fare a meno di mentire?

Perché è più facile mentire che dire una scomoda verità che tanto prima o poi verrebbe comunque svelata? Perché molti uomini – ma anche molte donne – per far colpo, mentono spudoratamente sull'età, sulla professione, sulla situazione patrimoniale, precludendosi così la possibilità di intraprendere una relazione duratura e quel che è più importante fondata sulla […]

Perché è più facile mentire che dire una scomoda verità che tanto prima o poi verrebbe comunque svelata? Perché molti uomini – ma anche molte donne – per far colpo, mentono spudoratamente sull'età, sulla professione, sulla situazione patrimoniale, precludendosi così la possibilità di intraprendere una relazione duratura e quel che è più importante fondata sulla sincerità?

La menzogna fa parte della nostra natura di esseri umani, scrive Lucia Imperatore su Psicocafé dove leggiamo:

Robert Feldman, Professore di Psicologia presso l’Università del Massachusetts, ha trascorso la maggior parte della sua carriera a studiare il ruolo che l’inganno gioca nelle relazioni umane. Nel suo ultimo libro “Il bugiardo nella vostra vita: come funzionano le bugie e cosa ci dicono di noi stessi”, il Professore ci parla di quanto sia diventato frequente il mentire. E ci ricorda la necessità di un pizzico di onestà nella nostra vita.

Riporto alcuni stralci di un’intervista che Il Professore ha rilasciato a Time.com. Feldman sostiene che, non solo mentiamo spesso, ma lo facciamo senza pensarci. 

Le persone mentono con una media di 3 volte ogni 10 minuti. I volontari coinvolti nella ricerca, ripresi nelle loro interazioni con altre persone, non si sono resi conto di aver detto tante bugie finchè non si sono rivisti in video. E sono rimasti di sasso. Com’è possibile? La verità è che siamo tutti creduloni e non siamo molto bravi a cogliere l’inganno negli altri. Quando cerchiamo di capire se una persona è sincera, guardiamo elementi sbagliati del suo linguaggio non-verbale ed erriamo nelle interpretazioni.

Continua a leggere il post su Psicocafé .

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog