Le perdite di sangue fuori dal ciclo mestruale devono farci preoccupare?


Le perdite di sangue fuori dal ciclo mestruale, purtroppo, possono essere una costante nella vita di molte donne ed è abbastanza normale che subentri una certa preoccupazione. Ma quali possono essere le cause? Dietro a un simile disturbo possono nascondersi motivi differenti ed è bene che il medico valuti caso per caso con molta attenzione.

Potrebbe essere un fenomeno definito spotting, tipico della giovane età o dell’inizio di una terapia ormonale (come la pillola). Lo spotting persiste nelle ragazze fumatrici rispetto alle non fumatrici. Si consiglia quindi di smettere di fumare, per ridurre gli effetti collaterali dei contraccettivi orali. Il sanguinamento però potrebbe essere anche causato da un’infiammazione.

Le infiammazioni possono essere al collo dell’utero, all’utero stesso o alle tube. Sono responsabili del sanguinamento anche le infezioni, come la Chlamydia, e alcuni rapporti sessuali che possono causare dei piccoli traumi al collo dell’utero. C’è di più. Anche la spirale può influenzare un simile problema. Non spaventatevi e, in qualsiasi caso, soprattutto se la perdita di sangue è persistente chiedete un consulto medico.

Durante la visita ginecologica il medico farà sicuramente un pap-test, con il quale sarà possibile individuare l’eventuale infezione e la terapia più opportuna. È possibile che vi venga richiesta anche un’ecografia transvaginale e un’isteroscopia. Infine, un’ultima precisazione. La causa di anomali sanguinamenti potrebbero essere anche polipi e fibromi proprio al collo dell’utero.

Via| Medicitalia
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail