Un'epidemia di meningite sconvolge gli Stati Uniti

pronto soccorso

Paura negli Stati Uniti d'America per una nuova ondata di meningite fungina. Sono moltissime le persone che sono già state ricoverate al pronto soccorso, con sintomi analoghi e, purtroppo, il bilancio prevede anche alcune vittime. Un caso davvero preoccupante, che ha messo in allarme non solo gli USA.

I Centers for Disease Control and Prevention, organi molto importanti per il controllo delle epidemie e delle malattie in circolazione, hanno infatti stilato un bilancio tutt'altro che rassicurante: sarebbero 105 i casi in 14 stati di meningite fungina. 15 persone avrebbero già trovato la morte, per una malattia probabilmente contratta a causa di un farmaco contaminato.

La paura per la meningite ha scosso gli USA: la nuova epidemia, che ha già colpito un centinaio di persone, sarebbe stata scatenata da un farmaco steroideo, contaminato. Si tratta di un prodotto in fiale solitamente usato per contrastare il mal di schiena e prodotto dalla New England Compounding Center, un'azienda del Massachusetts.

Il farmaco è molto diffuso in America: sarebbe già stato distribuito in 23 stati e in 76 strutture mediche. L'attenzione è riposta sulle fiale che l'azienda ha messo in commercio a partire dal 21 maggio scorso. Una partita davvero molto ampia, che fa presupporre che la malattia possa essere contratta da numerose persone alle quali questo farmaco steroideo è stato somministrato.

La paura è però mitigata dal fatto che, fortunatamente, si tratta di un tipo di meningite che non è assolutamente contagioso. L'unico modo per contrarre il morbo è l'assunzione di questo farmaco.

Via | Adnkronos

Foto | Gwire

  • shares
  • Mail