Nuove regole nel decreto Balduzzi: niente alcolici prima dei 18 anni

alcolici

Nuove modifiche al decreto Balduzzi sulla Sanità: i minori di 18 anni non potranno più acquistare alcolici né direttamente negli esercizi commerciali, né ai distributori automatici. A stabilirlo è un emendamento approvato dalla Commissione Affari sociali della Camera. D'ora in poi, quindi, a meno che l'evidenza non lasci dubbi sulla maggiore età del cliente

chiunque venda bevande alcoliche ha l'obbligo di chiedere all'acquirente, all'atto dell'acquisto, l'esibizione di un documento di identità

pena una sanzione da 250 a 1.000, da raddoppiare e abbinare alla sospensione dell'attività per tre mesi se l'illecito si dovesse ripetere.

Per quanto riguarda i distributori automatici, il rispetto della nuova norma sarà garantito da sistemi di rilevamento dell'età dell'acquirente. Nel caso in cui non ci sia personale addetto alla sorveglianza degli acquisti dovrà essere attivato un sistema simile a quello già presente sui distributori di sigarette in grado di eseguire la lettura ottica dei documenti.

La normativa anti-alcol si aggiunge a quella anti-fumo già presente nel decreto Balduzzi. Entrambe rappresentano un primo passo per contrastare la triste realtà che vede l'Italia nell'elenco delle dieci Nazioni europee in cui gli adolescenti consumano le maggiori quantità di sostanze psicoattive, alcol e fumo inclusi.

Secondo un recente rapporto dell'Espad L'European School Project on alohol and other drugs) a fumare è il 36% degli adolescenti italiani, contro una media europea del 28%. Ben più elevato il consumo di alcol: l'indagine ha, infatti, rilevato che in Italia il 63% dei ragazzi aveva bevuto alcolici nel mese precedente l'intervista.

Quella riguardante la vendita di alcolici ai minorenni è solo una delle modifiche apportate al decreto Sanità. Prima di averne la versione definitiva sarà necessario aspettare i pareri e le approvazioni di tutti gli altri attori politici coinvolti oltre alla Commissione Affari sociali.

Via | TMNews
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail