Urinare spesso è sintomo di gravi malattie? Gli esami da fare per scoprirlo

Urinare spesso può essere una condizione legata al consumo eccessivo di liquidi oppure al consumo di alimenti particolarmente ricchi d’acqua e drenanti (pensiamo alla classica anguria estiva). Non bisogna quindi spaventarsi subito. Se però non c’è una causa innocua ed evidente come quelle appena elencate, allora è possibile prendere in considerazione che dietro a questo disturbo possa esserci una malattia.

La minzione frequente può dipendere davvero da diversi fattori. Può essere per esempio un sintomo del diabete mellito, soprattutto se il desiderio di fare pipì è accompagnato da una sete intensa e da poliuria, ovvero un’eccessiva quantità d’urine senza aver assunto liquidi. Nelle donne questo disturbo spesso dipende da un’infiammazione o un’infezione nel tratto urinario.

Fate quindi molta attenzione se avete dolore quando fate pipì, se avete febbre e se ci sono tracce di sangue. È sempre meglio chiedere subito parere al medico o potrebbe volerci un antibiotico specifico. La minzione frequente, associata alla nausea mattutina e all’aumento di sensibilità al seno, potrebbe significare anche una bella cosa: una gravidanza. Le variazioni ormonali danno, infatti, anche questo lieve disturbo.

La necessità di urinare può nascondere anche ipertrofia prostatica, un tumore alla prostata, i calcoli alle vie urinarie, malattie di carattere cardiaco e neurologico, un ictus o della semplice ipertensione. È bene quindi monitorare con attenzione il sintomo e rivolgersi a un dottore che provvederà a prescrivere gli esami più adatti in base al sospetto di diagnosi.

Via| my-personaltrainer;

Foto| Flickr

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail