Benessereblog Salute Corpo Tessuti sintetici e rischio dermatite

Tessuti sintetici e rischio dermatite

Dopo l’allarme shock relativo alla formaldeide contenuta in alcuni vestiti di provenienza orientale, l’attenzione ai tessuti sintetici a contatto con la pelle si è fatta più pressante.Ma l’allerta di lunga data viene dai medici dermatologi, che da sempre consigliano di evitare il contatto diretto con le fibre sintetiche che impediscono la naturale traspirazione della pelle […]

Tessuti sintetici e rischio dermatite

Dopo l’allarme shock relativo alla formaldeide contenuta in alcuni vestiti di provenienza orientale, l’attenzione ai tessuti sintetici a contatto con la pelle si è fatta più pressante.

Ma l’allerta di lunga data viene dai medici dermatologi, che da sempre consigliano di evitare il contatto diretto con le fibre sintetiche che impediscono la naturale traspirazione della pelle e favoriscono il ristagno dell’umidità e la formazione di cattivi odori e di batteri nocivi.

Non solo: spesso i capi sintetici sono trattati con sostanze poco skin-friendly, che possono causare arrossamenti e dermatiti in soggetti sensibili.

Il consiglio è indossare esclusivamente biancheria di cotone o fibre naturali e sempre un capo a composizione naturale, o almeno mista, che separi quello sintetico dalla pelle nuda.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Calcolo del ciclo delle mestruazioni: cose da sapere
Corpo

Monitorare il proprio ciclo mestruale può risultare molto utile, perché ci permette di capire cosa è “normale” per noi, quando avviene l’ovulazione, e ci aiuta a individuare cambiamenti importanti da non trascurare. Fare il calcolo del ciclo delle mestruazioni ci aiuta, in poche parole, a conoscere meglio il nostro corpo.