Quali sono i sintomi piú cercati su Google?

Utilizzate anche voi Google come dottore? Allora ecco che cosa, probabilmente, avrete cercato sul web!

Quali sono i sintomi piú cercati su Google? Sappiamo tutti come Google non sia sostituibile ad un medico, eppure la tentazione di digitare i sintomi di un qualsiasi malessere sul web per scoprire poi, come nella maggior parte dei casi porti ad una grave malattia è più forte di noi. E’ interessante, però, scoprire quali siano quelli più cercati dagli italiani: ce lo svela una ricerca condotta dall’agenzia Kaizen in collaborazione con Lenstore.

Da tale studio è emerso come gli italiani utilizzino Google soprattutto in relazione a mal di testa e febbre e che si rivolgano al motore di ricerca per problematiche relative alla propria salute almeno due volte alla settimana. Significativa è anche la ricerca del sintomo "perdita di gusto e olfatto" che, come è ragionevole dedurre, è stata la più popolare durante il lockdown.

Dalla ricerca effettuata in relazione a 26 paesi è emerso quanto segue.


I sintomi più cercati su Google



  • Diarrea 1.088.970

  • Ansia 89.,660

  • Vertigini 745.600

  • Emicrania 713.430

  • Insomnia 662.410

  • Mal di Gola 616.980

  • Costipazione 601.360

  • Mal di testa 507.460

  • Febbre 486.510

  • Bruciore di Stomaco 456.490

  • Attacchi Epilettici 346.960


La diarrea, quindi, è il sintomo più ricercato al mondo: segue l’ansia (tra i sintomi più cercati in Turchia e Italia).

I sintomi cercati su Google dagli Italiani


Veniamo adesso ai sintomi più cercati dagli italiani (il 15% dei quali ammette di non essere voluto uscire di casa durante la pandemia per recarsi dal proprio medico per paura di eventuali contagi).


  • Ansia 40,500

  • Mal di Gola 33,100

  • Febbre 27,100

  • Mal di Testa 27,100

  • Lingua Bianca 27,100

  • Diarrea 27,100

  • Insonnia 27,100

  • Raffreddore 22,200

  • Emicrania 18,100

  • Prurito Anale 18,100


Ovviamente, non poteva essere altrimenti, si è registrata una crescente popolarità riguardo i sintomi legati al COVID-19. Così si spiega, ad aprile, l’aumento della ricerca del sintomo "Perdita di gusto" insieme a "Perdita di Olfatto", "Mancanza di fiato", "febbre" e così via.

Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail