"Mi vuoi sposare?". Due giorni dopo lei muore per un cancro al seno

Edoardo Parisi ha chiesto alla compagna Chiara Giuntoli si sposarlo mentre era in ospedale, due giorni dopo lei è morta per un cancro al seno.

proposta matrimonio cancro

A volte la vita riesce ad essere davvero ingiusta. Una ragazza di 35 anni è morta due giorno dopo aver ricevuto la proposta di matrimonio da parte del suo fidanzato, dopo due anni di cure, terapie e speranza un cancro al seno aggressivo se l’è portata via. Lei si chiama Chiara Giuntoli e lui Edoardo Parisi, entrambi di Fucecchio, un paesino in provincia di Firenze.

Un grande amore, una grande storia coronata con una romantica proposta di matrimonio quando lei era già in fase terminale. Non hanno avuto il tempo di sposarsi, partire e realizzare tutti i loro sogni perché il tumore di Chiara si è fatto strada dentro di lei e purtroppo nessuna terapia è riuscita a fermarlo.

Quando Edoardo si è reso conto che stava arrivando la fine, ha raccolto tutto il suo coraggio e si è presentato in ospedale con un piccolo cofanetto di velluto con dentro un anello e ha chiesto alla sua Chiara di sposarlo. Lei ha detto di si, ma purtroppo il matrimonio non è mai stato celebrato perché due giorni dopo lei è volata in cielo. Al funerale, celebrato alla Collegiata di Fucecchio, amici e familiari hanno fatto volare il cielo dei palloncini bianchi. Il bianco è il colore del matrimonio e dell’abito da sposa ed è stato un modo dolce e tenero per salutare questa giovane ragazza.

Il suo fidanzato ha raccontato la loro storia sui social per dare il giusto tributo al loro amore. Ha anche attivato una raccolta fondi su GoFundMe per sostenere la ricerca contro il tumore al seno.

Chiara Giuntoli è stata sfortunata perché il suo cancro era molto aggressivo e nonostante la chemioterapia, l’intervento chirurgico e tutte le terapie non è stato possibile fermarlo. La sua storia, come tante altre, devono essere da monito per sostenere la ricerca scientifica, fare i controlli regolari e la prevenzione. Di cancro al seno, purtroppo, si continua a morire anche nel 2020.

Visualizza questo post su Instagram

- Non credevo sarebbe finita così... - Finita? No, il viaggio non finisce qui... La morte è soltanto un'altra via. Dovremo prenderla tutti. La grande cortina di pioggia di questo mondo si apre, e tutto si trasforma in vetro argentato. E poi lo vedi... - Cosa, Vedi cosa? - Bianche sponde, e al di là di queste un verde paesaggio sotto una lesta aurora. - Beh, non è così male! - No. No, non lo è... Sto preparando la valigia amore mio. Per la prima volta da solo. Chissà se riesco a ricordarmi di metterci tutto. La nave sta per salpare, ma si dice non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. Io non lo so dove andrò domani... ma so che mi darai un indicazione da seguire affinché non mi perda. Ti prometto che ti cercherò, dovessi navigare per tutta la vita. Mia Regina. Mia Luce. Sai che tutti ora mi vedono come un Uomo “speciale”. Ma quella speciale eri te. Io ho commesso un sacco di errori. Non esistono uomini perfetti, storie perfette. Esistono momenti perfetti, proprio come questo. Chissà dove mi porterà la marea... io seguirò la tua stella. Mi manchi tanto. Mi manchi come manca l’aria e a volte non respiro. Ma ti cerco sempre. La nave sta per salpare e devo salutarti. Sei la donna della mia vita. Chi è sicuro di avere la donna della sua vita? Mi hai trovato ragazzino e mi lasci Uomo. Ora devo continuare il viaggio da solo... e ammetto di avere paura. La fuori e’ notte ed il mare e’ in tempesta. Ma ce la farò, te lo prometto. E tu mi aiuterai. Senza timore, vele spiegate e dritti alla meta. Aspettami che prima o poi ti troverò. Dovessi navigare senza vedere terra per tutta la vita io ti ritroverò. TI AMO LUCE MIA, MIA REGINA. Non ti dimenticherò mai. #truelove #❤️

Un post condiviso da Edoardo Parisi (@edoparisi) in data:

  • shares
  • Mail