Meno spazi, e cambia il modo di vivere la casa

salottoCausa la crisi economica, ovviamente. Le case degli italiani si restringono sempre di più e diventano più adatte a un single che a una famiglia. E' uno dei tanti motivi concreti, dicono gli psicologi, alla base della "sindrome della monade", la propensione all'individualismo che caratterizza i nostri tempi. "Le stanze sono sempre più piccole e sono venute meno proprio quelle che fungevano da focolare domestico dove la famiglia si riuniva, come la cucina (manca nel 19% delle case, secondo un sondaggio Sitcom ed.) e il tinello, oltre che al soggiorno. Da qui la sempre maggiore incomunicabilità tra generazioni, che sta seriamente minando gli equilibri sociali" spiega la dott.ssa Salomoni, psicologa.

Tuttavia, si mostra una nuova cura per altri ambienti, come l'angolo bar (lo ha il 16% degli intervistati) e il barbecue (19%) che prendono il posto del salotto-soggiorno per cene estemporanee e meno formali. Anche il ripostiglio sparisce, per far posto alla "stanza degli attrezzi" per mantenersi in forma.

Interessante una osservazione del critico Philippe Daverio riportata: "I rapporti oggi sono per lo più virtuali, ma, quando capita che diventino interpersonali, uno dei dialoghi principali, preferito soprattutto dai giovani, è quello sessuale. Di conseguenza conta molto quanto è bella la camera da letto e, molto piu' della cucina, conta la sala da bagno".

Via | 055news
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: