La regola del monopiatto per perdere peso

La regola del monopiatto per perdere peso

Sapete qual è la regola del monopiatto? È utile per perdere peso e mantenersi in forma.

Conoscete la regola del monopiatto per perdere peso in maniera efficace e veloce e per poter mantenere il peso forma anche in seguito? Se volete perdere i chili di troppo senza stare troppo dietro alla bilancia o al conteggio delle calorie, azioni che mettono ansia e stress alle persone che vogliono mettersi a dieta, allora si può seguire la regola del monopiatto, un regime alimentare che consente di fare tre pasti al giorno (colazione, pranzo e cena) portando in tavola un piatto completo.

La dottoressa Rachele Aspesi nel suo nuovo libro “Non chiamatela dieta – salute ed energia con l’alimentazione funzionale” (Edizioni Lswr) promette di farci perdere peso, mantenere la forma fisica e vivere sani grazie alla regola del monopiatto. Per prima cosa bisogna capire quali sono i cibi amici che non devono mancare sulle nostre tavole: proteine, carboidrati complessi, frutta, verdura. E poi comprendere che bisogna mangiare solo cibi genuini. Il terzo passo è imparare ad abbinare gli alimenti per le proprie necessità e nel farlo dobbiamo creare un solo piatto con proteine, carboidrati, frutta o verdura fresca e di stagione.

A questo punto si può organizzare un menù quotidiano per una settimana per garantire la varietà degli alimenti in tavola. A colazione il metabolismo è più attivo e ci aiuta a bruciare di più, mentre man mano che passano le ore dobbiamo diminuire le calorie fino a sera, quando il metabolismo accumula di più zuccheri, grassi e tossine. Il piatto della salute deve essere composto da:

  • Una porzione di carboidrati complessi a scelta tra fiocchi di avena integrali o cereali soffiati (riso, miglio, quinoa) senza zuccheri aggiunti, – pane integrale fatto da farine di tipo 2 o integrali, meglio se con lievito madre, fette biscottate integrali con farine integrali almeno del 70%.
  • Una porzione volumetricamente uguale di proteine di ottima qualità a scelta tra frutta secca non zuccherata né salata (noci, mandorle, nocciole, anacardi), crema di frutta secca senza zuccheri aggiunti, uova sode o in frittata o in omelette, salmone affumicato, ricotta fresca, affettato di carne bianca.
  • Una porzione di frutta fresca di stagione o un bicchiere di spremuta o estratto di frutta e verdura senza zuccheri aggiunti.
  • Una porzione moderata di grassi buoni grazie a 1 cucchiaino di olio di semi di lino o di semi oleosi misti (girasole, lino, sesamo, zucca, chia) o a un avocado.

Foto di Дарья Яковлева da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog