Stanchezza ed irritazione: il mal di lavoro e lo stress

stress in ufficio Vi sentite stanchi e irritati e vi consola soltanto sapere che il week-end è ormai vicino? Consolatevi, non siete degli scioperati che non hanno voglia di lavorare, ma soltanto delle vittime del mal d'ufficio.

Un rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità svolto dal Centre for Addiction and Mental Health canadese ha stabilito che l'impiego temporaneo e incerto è davvero deleterio per la salute mentre il fatidico "posto fisso" sarebbe un vero e proprio elisir.

Secondo i ricercatori la salute mentale è insidiata, in particolare, dagli impieghi precari, come ad esempio contratti a tempo, ma anche dal lavoro part-time, con salari bassi e senza benefit. In queste condizioni, infatti, si sperimentano "significativi effetti avversi", che colpiscono sia la salute fisica che quella mentale. Gli scienziati hanno anche scoperto che lo stress sul lavoro è associato a un aumento del 50% dei rischi di coronaropatie e cardiopatie.

Stesse conclusioni da uno studio elvetico promosso dall'agenzia di collocamento Kelly Services e realizzato su 2.000 persone. Lo studio ha concluso, infatti, che il lavoro fa male alla salute. Il 16% degli svizzeri attribuisce all'attività lavorativa la responsabilità di molti malanni.

Tra le cause delle malattie, la mancanza di apprezzamento del lavoro compiuto (21%), un clima pesante con i colleghi e le pressioni psicologiche (20%), orari troppo lunghi (14%), oneri e attese troppo elevate da parte del datore di lavoro (13%) e la sedentarietà (12%).

Inoltre, il 54,6% delle persone coinvolte nell'indagine a volte dorme male proprio a causa del lavoro e il 70% ritiene che i datori di lavoro debbano fare di più per la salute e il benessere fisico del personale.

Via | Centre for Addiction and Mental Health

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: