Latte d'avena, valori nutrizionali e come usarlo

Usi e proprietà di un latte vegetale particolarmente amato per il suo sapore gradevole e per la sua versatilità

Latte d'avena, valori nutrizionali e come usarlo Negli ultimi anni, il consumo del latte vegetale si è incrementato: il latte di avena rientra tra le tipologie più comuni. Particolarmente gradevole per il suo sapore morbido, è un’alternativa al latte vaccino sia per chi è intollerante al lattosio che per chi segue un’alimentazione vegana.

Come berlo? Il latte di avena si può bere come un qualsiasi altro latte: a colazione, a merenda, dopo cena, magari dolcificato con del miele, per una piacevole coccola serale. Scopriamone i valori nutrizionali e gli utilizzi in cucina.


Valori nutrizionali del latte di avena


Privo di lattosio e glutine, il latte di avena si realizza immergendo l’avena nell’acqua e tenendola a bagno per diverse ore, quindi frullandola e filtrandola benissimo con una garza.

E’ una valida fonte di vitamine, minerali e fibre. Rispetto ad altri tipi di latte vegetale, quello di avena è meno proteico di altri (come quello di soia) ed ha più carboidrati (rispetto, ad esempio al latte di mandorle).

E’ inoltre ricco di beta-glucani, una fibra solubile capace di apportare benefici alla salute del cuore. Le calorie del latte di avena sono circa 47 per 100 ml di prodotto.


Latte di avena, gli usi in cucina


Il latte di avena si può utilizzare al posto di quello vaccino in tutte - o quasi - le preparazioni che lo prevedono. Quello non zuccherato, in particolare – che è comunque sempre preferibile rispetto a quello con zuccheri aggiunti - si può impiegare anche nelle ricette salate. Come usarlo in cucina? Ecco qualche idea.


  • Per fare una besciamella vegana.

  • Per addensare zuppe e vellutate.

  • Come base per fare dei frullati di frutta e verdura.

  • Si può usare all’interno dell’impasto di torte e muffin.

  • Si può mangiare a colazione con i cereali o i muesli.

  • Si può usare all’interno dell’impasto dei pancake.

  • Si può usare come base per il porridge.


Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail