Sonnolenza diurna negli anziani: i rischi da conoscere

La sonnolenza diurna negli anziani è collegata a un maggior rischio di sviluppare malattie come diabete e ipertensione. Lo conferma questo nuovo studio.

Sonnolenza diurna negli anziani

I vostri nonni soffrono di sonnolenza diurna? Probabilmente si tratta di un campanello d’allarme da non sottovalutare. Le persone anziane che soffrono di sonnolenza diurna potrebbero infatti correre rischi maggiori di sviluppare malattie come diabete, cancro e ipertensione. Lo rivela un nuovo studio dell’American Academy of Neurology, i cui autori spiegano che soffrire di sonnolenza diurna è un problema noto con il nome di ipersonnolenza, e può essere davvero debilitante per alcune persone, poiché influenza il modo in cui svolgono il loro lavoro e quello in cui compiono le attività quotidiane.

Prestare attenzione alla sonnolenza negli anziani potrebbe aiutare i medici a prevedere e prevenire future condizioni mediche

spiegano gli autori dello studio, condotto su un campione di 10.930 persone, il 34% delle quali aveva un’età pari o superiore ai 65 anni.

Ebbene, dallo studio è emerso che le persone che hanno riportato di soffrire di sonnolenza diurna correvano un rischio maggiore di sviluppare diabete o ipertensione a distanza di tre anni rispetto a coloro che non soffrivano di questo problema. Correvano inoltre il doppio del rischio di sviluppare il cancro e di soffrire di malattie cardiache.

Gli autori spiegano inoltre che chi soffriva di sonnolenza diurna correva anche un rischio più elevato di sviluppare delle malattie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo, come ad esempio l'artrite, la tendinite e il lupus, rispetto a coloro che invece non soffrivano di questo problema.

via | ScienceDaily
Foto di Richard Revel da Pixabay

  • shares
  • Mail