Coronavirus: si può continuare a donare sangue, le indicazioni

Il Coronavirus non ferma le donazioni: si possono continuare a fare, ma con alcune precauzioni

Coronavirus: si può continuare a donare sangue, le indicazioni Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia da Coronavirus in Italia.

Coronavirus: il governo fa sapere come si possa donare senza timori se non si proviene dalle zone rosse, quelle colpite in maniera significativa dall’epidemia.

Donare sangue continua a costituire una priorità, ora più che mai: sarà compito dei centri di donazione quello di supervisionare sulla sicurezza del sangue donato.

Uniche precauzioni sono la sospensione per 14 giorni in caso di donatori provenienti da un viaggio in Cina; da una visita (o anche solo una sosta) presso le zone rosse; per chi è venuto a contatto con persone infette (l’infezione deve essere comunque certificata da Sars-CoV-2).

Non possono donare per 14 giorni anche coloro i quali presentano sintomi assimilabili a quelli descritti dalla nuova circolare 2 marzo 2020 del Centro Nazionale Sangue.


Donazioni sangue, cosa sapere



  • Chi si appresta a donare il sangue deve sapere che, in ogni caso, deve essere in ottime condizioni di salute (no, quindi, se febbricitante o influenzato).

  • Deve astenersi per almeno 14 giorni dalle donazioni se proveniente da un viaggio nella Repubblica Popolare Cinese o dai comuni lombardi e veneti sottoposti alle misure urgenti di contenimento del contagio.

  • Deve astenersi anche chi ritiene di essere stato esposto al rischio di infezione da Coronavirus.

  • Chi ha effettuato la terapia per l’infezione da SARS-CoV-2, deve informare il proprio medico dei precedenti spostamenti, specie se comprendenti la Cina ed i paesi italiani elencati tra le zone rosse.

  • Deve comunicare anche se gli è stata diagnosticata l'infezione o se ha avuto sintomi simili a quelli provocati dal Coronavirus, sia nel caso in cui abbia seguito una terapia a riguardo che non.

  • E’ importante informare il Servizio Trasfusionale di riferimento dell’eventuale comparsa dei sintomi associabili a quelli causati dal Coronavirus se si ha già donato.


I comuni attualmente sottoposti a misure di contenimento del contagio da Coronavirus sono Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini in Lombardia; Vo’in Veneto.

Per info visitate il sito ufficiale il sito www.donailsangue.salute.gov.it

Photo | Pixabay

  • shares
  • Mail