Coronavirus in Italia: cosa cercano gli italiani su Google

Coronavirus: cosa cercano in questi giorni gli italiani sul web? Ecco quali sono le ricerche più comuni.

Coronavirus in Italia

Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia di Coronavirus in Italia.

Il Coronavirus ha catalizzato su di sé l’attenzione del mondo intero. Dal mese di dicembre 2019 fino a febbraio 2020, sarebbero state in media quasi 9 milioni e mezzo le digitazioni mensili che riguardano questa tematica. A spiegarlo sono stati gli esperti di web marketing della SEMrush, azienda che si occupa di analizzare la rete e la reputazione online, che ha da poco confermato ciò che di certo avrete già immaginato, ovvero che gli italiani (e non solo) cercano informazioni soprattutto sul web per mantenersi aggiornati su quanto sta accadendo nel nostro Paese e nel resto del mondo.

Purtroppo, come vi abbiamo più volte spiegato, non tutti i siti web sono però attendibili, così come non lo sono gli audio che circolano da settimane su Whatsapp, ad opera di fantomatici esperti che instillano dubbi e paure nella popolazione. O ancor peggio, che minimizzano la questione al punto tale da paragonare il COVID-19 a una banale influenza.

Fernando Angulo, Capo della Comunicazione di SEMrush, ha spiegato:

In situazioni come questa più che mai è indispensabile la verifica dell’attendibilità della fonte che dà la notizia. Fate riferimento solo alle comunicazioni ufficiali di organi competenti, come l’OMS o il Ministero della Salute. La popolazione è preoccupata per la propria salute e quella dei propri cari, e la mancanza di notizie ufficiali certe provenienti dalla Cina, così come dichiarazioni di alcuni Governatori locali, che invocano la chiusura di scuole nella propria Regione, sta aumentando la paura.

Ma tornando alle ricerche degli italiani sul web, quali saranno le più comuni che riguardano il virus che ha messo in apprensione il mondo?


Le ricerche sul coronavirus più frequenti


Secondo quanto emerso dalle analisi condotte da SEMrush, nel periodo che va da dicembre 2019 a febbraio 2020 le ricerche per la parola chiave “coronavirus” sarebbero state mediamente 9 milioni e mezzo ogni mese.

I dati riportati nello specifico riguardano il periodo che va da novembre 2019 a gennaio 2020, poiché non è ancora possibile esaminare i dati ufficiali relativi al mese di febbraio. Durante questo periodo, fra le ricerche più comuni vi erano domande in merito ai viaggi in Cina (2.510 di volte al mese), quelle su “cosa è il coronavirus” (1.200 ricerche al mese) e su “come eliminare il coronavirus” (903 ricerche al mese).

Per quanto riguarda le ricerche più comuni che riguardano proprio il coronavirus, noi italiani abbiamo digitato frasi come:


  • Sintomi coronavirus: media di ricerche mensili 397.026, previsioni per il mese di febbraio 2020, 2.382.000.

  • Oms coronavirus: media di ricerche mensili 16.500, con le previsioni per febbraio 2020 a 148.500

  • Coronavirus contagio: ricerche mensili 7.407, previsioni febbraio 2020, 88.800

  • Test coronavirus: ricerche mensili 4.940, previsioni per febbraio 177.600

  • Incubazione coronavirus: ricerche mensili 4.500, previsioni dato febbraio 2020, 54.000.


Non mancano le ricerche relative alle mascherine, andate letteralmente a ruba in tutta Italia e persino nei negozi on line, dove al momento sono praticamente introvabili. Fra le ricerche più comuni relative alle mascherine vi sono le parole:


  • Mascherina (ricerche mensili 16,767)

  • Mascherina antismog (media di ricerche mensili 9,067)

  • Mascherine chirurgiche (media di ricerche mensili 8,127)

  • Mascherina ffp2 (media di ricerche mensili 4,470).


  • shares
  • Mail