Porro sulla pelle, come fare se è infiammato

Qualche consiglio per valutare i porri che possono esserti comparsi sulla pelle ed eventualmente come affrontare un’infiammazione.

La parola porro indica delle formazioni che compaiono sulla pelle, che possono essere delle verruche. Sono delle piccole escrescenze, che si manifestano soprattutto su viso, mani, pianta dei piedi e genitali (note come condilomi o creste di gallo).

Potrebbe anche essere un fibrocheratoma digitale, un’altra comune escrescenza, o un fibroma pendulo. È pelle, dalla forma allungata, che cresce su collo, ascelle e contorno degli occhi. In genere sono grandi pochi millimetri, ma in alcuni casi possono raggiungere il centimetro di diametro. Di norma non danno fastidio, non sono nevi e si tolgono per eventuali ragioni estetiche.

Si possono infiammare? Sicuramente si possono irritare, soprattutto i fibromi penduli. Molto spesso si tende a toccarli continuamente con le mani, a scavarli con le unghie. Alcuni uomini possono avere incidenti di percorso con il rasoio. È facile che l’infiammazione si tramuti in infezione.

È importante lasciarli stare. Non toccateli. Fate sempre un controllo medico, per verificare i nei e le altre escrescenze, così il medico potrà valutare che cosa rimuovere e che cosa si può lasciare, se non dà fastidio. In caso di sanguinamento, disinfettate molto bene la zona con l’uso di una garza sterile. E lasciate che la ferita si asciughi all’aria.

  • shares
  • Mail