Cattivo odore intimo, rimedi

Un odore vaginale un po’ pungente è normale, quando però diventa sgradevole potrebbe esserci qualche problema. Ecco come risolvere.

Per mascherare l’odore delle parti intime, basta usare un profumo

Il cattivo odore intimo è un problema che nasconde diverse cause: mancanza di una corretta igiene, infezioni (dalla candida alla vaginite), ma anche sudorazione, ciclo mestruale o l’uso di salva slip che causano un’umidità eccessiva. Quali sono i rimedi più efficaci?

Prima di tutto bisogna lavarsi con una certa frequenza, usando detergenti intimi neutri e soprattutto asciugando bene la zona: tamponate (senza sfregare) con una salvietta in spugna. Si consiglia, inoltre, l’uso di biancheria intima di cotone e pantaloni in fibre naturali, non troppo aderenti.

Contro i cattivi odori, oltre i detergenti è indicato anche l’amido di mais, un prodotto lenitivo e dall’alto potere assorbente. È ideale per ridurre l’umidità all’interno della quale potrebbero moltiplicarsi i batteri e a prevenire la macerazione della pelle, soprattutto se usi assorbenti e salva slip.

Sfrutta poi prodotti naturali come il Tea Tree Oil e olio di Neem, che proteggono dai batteri. Non vanno applicati direttamente sulla cute, ma è sufficiente sciogliere qualche goccia nell’ acqua del bidet. Fai attenzione anche alla dieta. Forse stai consumando troppe carni rosse e latticini che hanno un impatto negativo soprattutto sulle ghiandole localizzate nella zona genitale femminile.

  • shares
  • Mail