Le punture con gli ultrasuoni sostituiscono le iniezioni con l'ago


Le punture con gli ultrasuoni sono il futuro. Gli aghi mettono a disagio tutti, è inutile negarlo. Sono dolorosi e spaventano i bambini. In futuro, però, potremmo mandarli in pensione, perché gli ingegneri statunitensi del MIT, il Massachusetts Institute of Technology, hanno studiato un modo per somministrare i farmaci sfruttando gli ultrasuoni.

Utilizzando due fasci di suoni, uno ad alta frequenza e uno a bassa, è possibile migliorare la permeabilità della pelle in modo rapido, rendendo la somministrazione transdermica di farmaci molto più facile e soprattutto efficace. Perché questa tecnologia funziona? Gli ultrasuoni sono in grado di eliminare un leggero strato superficiale di cute, senza alcun dolore.

Il comunicato stampa firmato da Carl Schoellhammer, ingegnere chimico del Mit, spiega:

Questo [sistema] potrebbe essere utilizzato per farmaci topici come gli steroidi: per esempio, il cortisolo o farmaci sistemici e proteine come l’insulina, così come antigeni per la vaccinazione, e molte altre cose.

L’effetto degli ultrasuoni sulla pelle dura circa 24 ore. È un tempo davvero ampio, che può essere utilizzato per la somministrazione dei farmaci (che abbiamo appena citato, come insulina e vaccini), facendo riposare al tempo stesso la pelle, spesso martoriata da lividi e punture. Ora gli esperti sono allo studio ovviamente per ampliare la scoperta appena fatta e per produrre un dispositivo portatile a ultrasuoni. Sarà davvero una tecnica rivoluzionaria e migliorerà la vita di numerose persone.

Foto| Flickr
Via| LaStampa

  • shares
  • Mail