Cosa sono le cure primarie?

Bisogna fare una giusta distinzione tra cure primarie e cure secondarie per comprendere meglio quale sia il lavoro del nostro medico di base.

Le cure primarie sono il primo contatto dei pazienti con il Servizio Sanitario Nazionale e di conseguenza è l’assistenza fornita dal medico di base, dal pediatra, dei consultori, così come quelle erogate negli ambulatori specialisti e i servizi rivolti agli anziani e ai disabili adulti. Un ruolo determinante nelle cure primarie viene svolto dai Medici di Medicina Generale, dai medici di continuità assistenziale (ex guardia medica), dai Pediatri e dal personale infermieristico dei servizi domiciliari.

Il primo termine è “Cure Primarie” è una traduzione impropria di Primary Health Care (World Health Organization-WHO, 1978). Le Cure Primarie sono oggi concepite da molti come interventi solo sanitari, legati alle prestazioni del medico di medicina generale (MMG), che ovviamente svolge un ruolo importante, ma non è l’unico. La traduzione corretta invece dovrebbe essere “assistenza socio-sanitaria primaria” basata su interventi di cura e assistenza alla persona, erogati da medici e professioni sanitarie.

Per cure secondarie si intendono tutte le cure specialistiche fornite in ospedale (ambulatorialmente o in fase di ricovero) a pazienti esterni o interni. In molti sistemi sanitari l’accesso alle cure secondarie è subordinato alla prescrizione di un servizio di cure primarie.

  • shares
  • Mail