Verdure ricche di fibre, quali sono?

Un piccolo elenco delle verdure ricche di fibre: utili anche per chi vuole dimagrire sono sane, nutrienti e versatili

Verdure ricche di fibre, quali sono Le fibre alimentari, è risaputo, rappresentano un gruppo di sostanze particolarmente utili per la nostra salute, in particolare per quella del nostro intestino.

Esse, a differenza di proteine, grassi e glucidi, non vengono digerite o assorbite dall’intestino tenue ma direttamente nel colon. Qui contribuiscono alla regolazione del transito intestinale, ma non solo.

Tra gli alimenti ricchi di fibre spiccano alcune verdure. Quali sono? Ecco un piccolo elenco da tenere a mente.


Elenco delle verdure ricche di fibre



  • Carote: ricche di proprietà – fanno bene, tra l'altro, alla vista – le carote sono caratterizzate da un importante contenuto di fibre: cotte o crude, non fatele mancare in tavola.

  • Cipolle. Tra le verdure ricche di fibre solubili ci sono le cipolle. Tra quelle contenute nelle cipolle spicca l'inulina, la quale contribuisce non solo alla regolarità intestinale, ma anche a ridurre i livelli di colesterolo cattivo.

  • Carciofi: quando si parla di alimenti ricchi di fibre non si possono tralasciare i carciofi. Quelli cotti ne contengono 9,4 gr su 100. Attualmente sono di stagione, sarebbe un vero peccato non renderli protagonisti delle vostre ricette.

  • Topinambur: indicato in una dieta ricca di fibre -  ne contiene fino al 60% del suo peso da secco - il topinambur è un tubero noto per il suo sapore che sta a metà tra quello di una patata e quello di un carciofo. Contiene fibre solubili.

  • Sedano rapa: così come il precedente, anche il sedano rapa merita un posto d’onore in questa lista. 1,8 gr di fibre (totali) su 100 gr che lo rendono capace di aumentare il senso di sazietà e fanno sì che rientri di diritto tra gli alimenti ricchi di fibre utili per dimagrire.

  • Finocchi. Anche i finocchi sono caratterizzati da un alto potere saziante. Inoltre, grazie alle fibre in essi contenute, hanno la capacità di stimolare le funzioni dell’intestino.

  • Sedano: stesse caratteristiche dei finocchi ed un concentrato di vitamine e sali minerali da non sottovalutare. Consumatelo senza troppe restrizioni, specie in una dieta dimagrante.

  • Cavoli: chiudiamo con la grande famiglia dei cavoli (alla quale appartengono anche cavolfiori e broccoli). E’ risaputo come risultino più che utili a chi soffre di problematiche a carico dell'apparato digerente, ecco perché includerli nella lista della spesa settimanale.


Bene, ora che avete a disposizione una folta lista, non vi resta altro da fare che includere carote, carciofi & Co. nella vostra alimentazione e dedicarvi alle ricette con gli alimenti ricchi di fibre più gustose.

  • shares
  • Mail