3 consigli per conservare gli avanzi dei pranzi delle feste

Qualche consiglio per conservare correttamente i cibi che avanzano dai pranzi e dai cenoni durante le feste ed evitare gli sprechi.

menu feste

Natale e Capodanno non sono sinonimo solo di abbuffate, ma spesso di spreco alimentare. Purtroppo i pranzi delle feste e i cenoni spesso sono organizzati male in famiglia: tantissimo cibo non viene consumato e si tende a buttare. Per evitare questo problema, bisogna imparare a conservare meglio gli alimenti in frigorifero. Prima di tutto, non bisogna esagerare. Concedetevi i piatti della tradizione, qualche delizia in più, ma evitate i banchetti per 20 persone se siete in 5. Non è etico e fa male alla salute. E poi ricordate:

Organizzate correttamente il frigorifero: gli alimenti freschi (come carne, pesce e salse) devono essere tenuti nella parte bassa e vanno consumati entro due o tre giorni. Ogni contenitore deve essere ben chiuso, il cibo deve prima essere raffreddato e poi messo in frigorifero e per evitare le contaminazioni, suddividetelo in monoporzioni (utili anche da surgelare).

Non riscaldare più di una volta: se il cibo è congelato, lasciate che lo scongelamento sia lento. Quindi passalo dal freezer al frigorifero lasciandogli il dovuto tempo. Per la conservazione preferisci i barattoli in vetro (che tra l’altro puoi anche bollire prima di metterci i tuoi avanzi).

Usare il sottovuoto. È un ottimo modo per conservare il cibo per più giorni senza surgelarlo. È perfetto per carne, pesce, formaggi, salumi. Ma si può usare anche per le marinature. Devi fare molta attenzione che la confezione mantenga l’assenza d’aria.

  • shares
  • Mail