37.6 è febbre nei neonati e nei bambini? E negli adulti?

Una temperatura di 37.6 può essere considerata febbre nei neonati e nei bambini? E negli adulti? Ecco la risposta alle vostre domande.

Generalmente molte persone ritengono che si possa parlare di febbre quando la temperatura corporea supera i 37°C. Le cose però non sono in realtà così semplici, e non sempre è facile capire se una persona (neonato, bambino o anche un adulto) ha effettivamente la febbre o no.

Per eliminare ogni dubbio, scopriamo dunque se una temperatura di 37.6 può effettivamente essere considerata febbre.

37.6 nei neonati e nei bambini è considerata febbre?


Parliamo innanzitutto dei nostri bambini e dei neonati, e scopriamo cosa spiegano gli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità in merito alla questione. Secondo i medici, una temperatura centrale considerata normale nei bambini è quella compresa fra 36,5 e 37,5°C. Si parla dunque di febbre quando il bambino ha una temperatura che supera 37,5°C.

37.6 è considerata febbre negli adulti?


Per quanto riguarda gli adulti, in genere una persona sana dovrebbe avere una temperatura corporea compresa tra i 36,4 ed i 37,2 gradi centigradi, ma durante la giornata le temperature possono oscillare in base a svariati fattori, primo fra tutti il ritmo circadiano. Ad esempio, quando ci svegliamo abbiamo una temperatura corporea più bassa, che andrà invece ad aumentare durante il pomeriggio o durante la sera, quando potrebbe arrivare anche a 37° centigradi. Anche la digestione influenza la nostra temperatura, quindi è chiaro che la linea di demarcazione è davvero molto sottile quando si parla di febbricola (vale a dire della febbre che non supera i 38°C).

via | Nonfartiinfluenzare, Issalute,

  • shares
  • Mail