Sindrome da Black Friday: salute del cuore a rischio

Attenzione alla Sindrome da Black Friday: ecco cosa spiegano gli esperti.

Sindrome da Black Friday

Il Black Friday si avvicina, e insieme agli sconti si avvicina anche la frenesia da shopping, che è purtroppo collegata a una sindrome a dir poco singolare, la Sindrome da Black Friday, un problema di cui ci parlano gli esperti di Top Doctors®, una piattaforma online che seleziona i migliori medici specialisti da tutto il mondo. I medici hanno infatti elencato 3 motivi che dovrebbero spingere le persone più deboli di cuore ad evitare il Black Friday. Ecco di quali si tratta!


  • Cuore in gola e nervosismo: il Black Friday, si sa, causa anche questo, e come saprete la tachicardia, se prolungata, potrebbe affaticare il cuore e provocare sintomi come dispnea, palpitazioni, sincope, dolore toracico e vertigini.

  • Ore di sonno perse: dal momento che le migliori offerte si trovano di notte, chi è a caccia di un buon affare finisce inevitabilmente per perdere ore preziose di sonno, con conseguenze come mancanza di concentrazione e maggior rischio di avere incidenti. A lungo andare vi ricordiamo inoltre che dormire poco può aumentare il rischio di infarto, arresto cardiaco e ictus.

  • Delusione e cuore spezzato: non riuscire ad accaparrarsi il tanto ambito computer o il nuovo smartphone, o non trovare Alexa al prezzo desiderato, potrebbe causare una delusione molto forte, e ciò è rischioso, soprattutto se siete deboli di cuore. In alcuni casi, le brutte notizie e le delusioni potrebbero persino provocare la cosiddetta “sindrome del cuore spezzato”, ovvero una grave cardiomiopatia da stress.


Il Dott. Maurizio Baroni, specialista in Cardiologia di Top Doctors®, ci spiega di cosa si tratta esattamente:

Lo stress, sia acuto che cronico, è responsabile di danno cardiaco. Tale condizione determina infatti nell’organismo l’attivazione del sistema simpatico, con produzione di adrenalina e conseguente aumento di frequenza cardiaca e pressione arteriosa. L’eccesso di adrenalina scatenato da una condizione di stress acuto molto intenso può portare all’infarto miocardico, anche a coronarie indenni.

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail