Rimedi sbornia, come superare l’intossicazione da alcolici

Superare una sbornia non è sempre facile, soprattutto quando si è bevuto davvero molto. Ecco alcuni rimedi utili.

Alzare il gomito non è mai una scelta saggia, anche perché la sbornia, ovvero l’intossicazione da alcolici, può avere conseguenze molto gravi. I sintomi della sbornia sono proporzionali alla quantità di alcol assunta, ma poi c’è una sensibilità personale che purtroppo non si può proprio valutare.

Di solito si soffre di: vomito, malessere generale, apatia/euforia, stanchezza estrema, confusione mentale, agitazione, cervicalgia, ronzii alle orecchie, testa pesante, cefalea, alito cattivo, disturbi del linguaggio, occhi rossi, disturbi dell'equilibrio, mal di pancia, acidità gastrica, aspetto stanco e disidratazione.

Quali sono i rimedi per riprendersi? È importante idratarsi bevendo molta acqua, che aiuta anche a eliminare l’alcol. Ovviamente in caso di vomito, fate piccoli sorsi alla volta. La mattina successiva dove sforzarvi di fare una sana colazione, possibilmente con frutta, pane e marmellata per alzare la glicemia. Fate una passeggiata e state all’aria aperta.

Per contrastare la nausea, oltre a mangiare qualcosa di secco, potresti masticare zenzero e bere una tisana a base di zenzero. Per quanto riguarda i farmaci il principio attivo più efficace è la silimarina contenuto in alcune piante dall'azione epatoprotettrice (carciofo e cardo mariano) possa essere d'aiuto. La sbornia passa in una massimo due giorni: la verità è che essendo un’intossicazione è importante espellere l’alcol.

  • shares
  • Mail