Che cosa mangiare a cena per dormire bene e non appesantirsi

Se vogliamo dormire bene di notte, è essenziale sapere cosa mangiare la sera a cena per non appesantirci

Cosa mangiare la sera a cena

Un vecchio detto sostiene che la colazione debba essere da re, il pranzo da principe e la cena da povero, dimostrando come anche la saggezza popolare fosse cosciente di quanto quantità e qualità dei pasti vadano calmierate in base al momento della giornata. Al mattino il nostro metabolismo è in piena attività, ma la sua azione tende a calare nell'arco delle ore, riducendosi alla sera.

Questo non è certamente un caso, infatti il corpo sa bene che al risveglio è essenziale essere tonici e vigili per affrontare le sfide della giornata, mentre dopo un certo orario si prepara alla fase del riposo e quindi "funziona" in maniera diversa. È sempre una buona cosa assecondare i ritmi del nostro organismo, supportandolo anche con una corretta ed equilibrata alimentazione.

In particolare, cerchiamo di capire cosa mangiare la sera a cena per nutrirci senza appesantire lo stomaco, cosa che rende più lenta la digestione. In questo modo, curando l'ultimo pasto della giornata in modo puntuale e preciso, saremo anche in grado di andare a letto senza quel fastidioso senso di oppressione sulla pancia e di dormire bene e in modo continuativo.

La prima cosa da dire è a proposito degli orari dei pasti, che sono importantissimi sia per avere sempre il giusto livello di energie nei vari momenti della giornata, sia per fare in modo che la digestione sia sempre agevolata. La regola d'oro in questi casi è cenare entro le 21:00 e mettersi a letto non prima di due ore dalla fine del pasto.

Se dobbiamo coricarci prima, anticipiamo anche la cena, così da lasciare il tempo allo stomaco di digerire quello che abbiamo mangiato a tavola. Come detto anche la tipologia del pasto è importante e ricette leggere, poco unte e poco elaborate, sono certamente più semplici da assimilare.

A livello calorico, la cena dovrebbe essere di circa 500Kcal e vanno benissimo zuppe o vellutate di verdura con una manciata di riso o accompagnate da crostini di pane. In alternativa possiamo abbinarle a proteine magre, come carne bianca o pesce. La frutta va bene, ma è preferibile assumerla in modo moderato e scegliendo quella meno zuccherina.

Da evitare invece l'alcol, il caffè e le bevande ricche di caffeina, i cibi piccanti, che possono provocare bruciore di stomaco e farci dormire male la notte, frittura e piatti molto pesanti da digerire, come arrosti di carni rosse e piatti con formaggi stagionati, piuttosto grassi e quindi colpevoli di rallentare la digestione.

Anche le tisane prima di andare a letto sarebbero da evitare, in quanto possono stimolare la diuresi e farci alzare spesso per andare in bagno. La camomilla o il latte caldo vanno bene, se ci piacciono e non ci danno problemi, ma non sforiamo la quantità classica di una tazza e sempre a distanza da quando ci corichiamo.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail