Le cause del dolore al fegato dopo o durante una corsa

Il dolore al fegato dopo o durante una corsa può destare preoccupazione o quantomeno suscitare qualche interrogativo sulle cause che lo hanno scatenato

App per correre

Chi pratica running avrà sperimentato almeno una volta, durante le sessioni di allenamento, il classico dolore al fegato dopo o durante la corsa, una condizione fastidiosa che spesso costringe a rallentare o a fermarsi nell'attesa che il malessere passi. Questo problema in realtà colpisce anche chi pratica altri tipi di attività fisica, come in nuoto, ma chi corre ne è maggiormente vittima.

Ma cos'è in realtà quello che chiamiamo dolore al fegato? La dicitura corretta sarebbe dolore al fianco destro, in quanto è un disturbo che ha origine nella zona immediatamente sotto la gabbia toracica a destra, ma non è infrequente che compaia anche altrove, persino sulla punta della scapola e sopra la spalla.

Le cause di questo problema possono essere molte, alcune poco preoccupanti, altre invece da tenere sotto osservazione, specie se sono associate ad altri sintomi. Una lesione alla radice del nervo toracico o ai nervi intercostali, potrebbe generare questo tipo di dolore, che tuttavia tende a non placarsi anche quando siamo a riposo.

Inutile dire che qualunque tipo di problema o patologia a carico di fegato, cistifellea, diaframma o lobo del polmone destro è compatibile con quel dolore pungente al fianco destro, che peggiora quando facciamo movimento e corsa. Ma una visita medica con auscultazione e palpazione della parete toracica può sciogliere ogni dubbio e rilevare eventuali anomalie.

Molto più spesso il dolore al fegato mentre si fa running non ha cause preoccupanti. Potrebbe trattarsi di mancanza di allenamento, di una respirazione sbagliata durante la corsa o anche di un'alimentazione troppo carica di glucidi e in particolare di un pasto zuccherino a ridosso dell'attività fisica.

Migliorare la postura e la respirazione durante l'attività fisica, in particolare quando si corre, così come evitare il consumo di alimenti e bevande ad alto contenuto di carboidrati nelle due ore precedenti dall'inizio della sessione, può senza dubbio aiutare a non soffrire del dolore al fianco destro.

Nel caso il disturbo si presentasse con una certa frequenza e desse fastidio anche in una condizione di riposo, sarà nostra cura contattare il medico per una visita. Come detto, le lesioni in quell'area possono portare a questo tipo di problema e non si deve mai sottovalutare questa condizione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail