Strappi muscolari, cosa fare

Come accorgersi di avere avuto uno strappo muscolare e che cosa bisogna fare in caso di incidente?

Dolori muscolari post palestra

Con strappo muscolare si intende la rottura di alcune fibre che compongono il muscolo. Nella maggior parte dei casi una lesione come questa si forma a seguito di un movimento improvviso o eccessivo, soprattutto in ambito sportivo. Gli strappi muscolari spesso si verificano quando un muscolo è stanco o non è preparato allo sforzo.

I sintomi sono abbastanza semplici da identificare: compare un dolore intenso nella zona lesionata, dove si potrebbe formare un edema o del gonfiore. La rottura infatti potrebbe lesionare la rete di capillari causando ovviamente anche un livido intenso. Potrebbe subentrare anche una contrattura muscolare.

Che cosa fare in caso di strappi muscolari?

Quando si avverte il dolore, bisogna immediatamente fermare ogni attività perché si aumenta il rischio di aggravare la lesione. Sedetevi e applicate appena possibile un impacco freddo (come il ghiaccio), che dovrebbe evitare o ridurre l’edema. È buona cosa contattare un medico, possibilmente sportivo o un ortopedico, per verificare la portata del danno.

Se la lesione è di primo grado, quindi la meno grave, il tempo di recupero è di massimo un paio di settimane, durante cui si consiglia il riposo e probabilmente il medico prescriverà una terapia con antinfiammatori e miorilassanti. Con lesioni di secondo e terzo grado, il recupero è molto più lungo e sarà necessario fare delle terapie fisiche (come le teca) e della riabilitazione. Non si esclude la possibilità di essere operati.

  • shares
  • Mail